in

Volley, Zaytsev va in Russia e saluta Modena citando Vasco Rossi

Fonte immagine: Facebook

Alla fine, si è consumato uno degli addii più dolorosi e più discussi nello sport italiano. Ivan Zaytsev lascia l’Italia e nello specifico Modena, per portare il suo braccio armato in Russia. Uno dei giocatori italiani di volley più forti dell’ultimo quarto di secolo approda tra le fila del Kemerovo, che ha dovuto allargare parecchio i cordoni della borsa per assicurarsi le gesta dello Zar.

Lo stesso Zaytsev, dopo che nei giorni scorsi si era accesa la polemica legata proprio al suo trasferimento, ha voluto lanciare un messaggio alla sua ex tifoseria. E per farlo ha scritto un lungo post sulla sua pagina ufficiale su Facebook. Una specie di lettera di addio nei confronti della città emiliana, alla quale ha legato gli anni più belli della sua carriera col pallone tra le mani.

Cara Modena, guardami negli occhi, come hai sempre fatto, oggi più che mai. Se guardi attentamente, vedrai lo sguardo di chi ha trovato finalmente un posto da chiamare casa. Vedrai le lacrime di gioia e dolore, che scendono lungo la mia guancia, per le vittorie e le sconfitte. Vedrai la mia anima, che si è legata a te, perché tu me l’hai permesso, mostrandomi la tua vera e stupenda natura. Vedrai soprattutto un uomo, che non vede l’ora di tornare, perché dopo anni da vagabondo tu sei la mia stella polare”.

E in coda a questo lungo post, la citazione del ritornello di “Un senso” di Vasco Rossi. Neanche a farlo apposta, il rocker nato a pochi passi da Modena, per la precisione a Zocca.

Francesco Cammuca

Se vuoi seguire altre notizie sul mondo del calcio clicca QUI.