in

Zaccagni: “Dopo il gol alla Croazia mi ha chiamato Del Piero…”

Fonte immagine: Profilo Instagram @mattiazaccagni20_

Mattia Zaccagni ripensa al gol segnato con l’Italia contro la Croazia. Una rete che ha ottenuto ancor più peso in virtù di quanto è successo negli altri gironi: “L’azione l’ho vissuta normalmente, come un’azione qualsiasi. Non mi ero nemmeno reso conto che fosse l’ultima azione della partita. Appena ho visto Calafiori che portava palla e che la difesa croata si stringeva sempre di più, io sono rimasto nella mia posizione naturale e quando mi è arrivato il pallone non ci ho pensato due volte. L’esultanza è stata fantastica, con tutta la panchina, con tutto lo staff, tutti ragazzi. Qualcuno di noi si è fatto male alla costola perché eravamo schiacciati da tutti. Ma è stato veramente emozionante”.

Una rete che ha ricordato quelle segnate da Alessandro Del Piero. E proprio l’ex fuoriclasse della Juventus e della Nazionale ha chiamato il laziale dopo la rete: “Alex è sempre stato il mio idolo anche se l’ho conosciuto davvero solo qualche giorno fa, prima di partire per la Germania. Poi ci siamo sentiti ogni tanto prima e dopo le partite. E l’ho sentito la notte della partita, mi ha fatto i complimenti. Era molto contento per me. Sì, si somigliano molto quei due gol, direi proprio di sì”.

Italia, Zaccagni sfida la Svizzera

Zaccagni ha parlato del prossimo avversario dell’Italia, quella Svizzera che più volte ci ha messo in guardia con le dichiarazioni alla stampa. “La Svizzera l’abbiamo vista giocare in questi giorni, è una squadra tosta, una squadra preparata. Ha molti giocatori esperti che giocano anche nel nostro campionato. Sappiamo che dovremo fare una grande gara per metterli in difficoltà e arrivare ai quarti. Loro hanno dimostrato di essere una buona squadra nell’insieme. Abbiamo già visto molti video della Svizzera. Sono una squadra molto compatta, giocano l’uno per l’altro e servirà una grande gara per batterli”.

L’Italia è finita in una parte di tabellone di Euro 2024 sulla carta più agevole, a giudicare dagli avversari. Zaccagni la pensa così: “Guardando il tabellone si può dire che è abbastanza favorevole ma abbiamo già visto in questo europeo che tutti se la giocano con tutti e che le squadre meno blasonate stanno mettendo in difficoltà le grandi squadre, quindi bisognerà restare concentrati e vedere partita dopo partita. Tra le sorprese a me piace molto l’Austria, ma anche la Svizzera è molto forte”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Fonte immagine: Profilo Instagram @mattiazaccagni20_

blog hibet