in

Xbox Game Pass tiene vicini i videogiocatori italiani

Xbox Game Pass

Questo lungo anno di pandemia ha separato, fisicamente, molte persone, videogiocatori inclusi. Nonostante questo, però, Xbox Game Pass è riuscito ad unire chi non poteva stare vicino, con il suo infinito catalogo di titoli. Secondo un recente studio statistico, infatti, gli abbonati al servizio giocano di più con gli amici e con i familiari rispetto a chi non è cliente.

L’effetto positivo di Xbox Game Pass

I numeri della ricerca

Dopo il recente annuncio del raggiungimento dei 18 milioni di membri Xbox Game Pass nel mondo, la nuova ricerca – basata su un campione di 2.000 gamer in tutta Italia – offre uno sguardo su come i giocatori percepiscano e interagiscano con i servizi d’intrattenimento in abbonamento.

La ricerca ha rilevato che due terzi (64%) dei gamer italiani gioca a titoli multiplayer online almeno una volta alla settimana. Un dato significativamente più alto rispetto alla media europea del 53%. Inoltre, questa cifra aumenta per gli abbonati a Xbox Game Pass, che risultano più socievoli e interessati a diverse tipologie di giochi. E sono molto più propensi a giocare a titoli multiplayer online (20% in più) e a giocare online sia con la famiglia (19% in più) sia con gli amici (25% in più).

L’evoluzione dei servizi in abbonamento

L’indagine ha inoltre evidenziato come i servizi d’intrattenimento in abbonamento siano un pilastro nella vita di tutti i giorni. Infatti il 94% dei gamer italiani ossiede un abbonamento che dà accesso a film, contenuti TV, musica o altri prodotti, e il 65% degli intervistati dichiara di avere anche un abbonamento di gioco attivo.

La ricerca ha, inoltre, approfondito la frequenza con cui i gamer italiani consumano contenuti di diverso tipo attraverso i servizi in abbonamento: oltre due terzi degli intervistati affermano di guardare film o contenuti TV (76%) e di ascoltare musica (65%) tramite abbonamento almeno una volta alla settimana.

Sebbene gli abbonamenti a servizi di gioco siano ancora relativamente recenti. Dal punto di vista del coinvolgimento si confermano all’altezza di altri servizi d’intrattenimento che esistono da molto più tempo. La metà (55%) dei gamer italiani, infatti, gioca attraverso un servizio in abbonamento almeno una volta alla settimana. Dato che aumenta significativamente prendendo in considerazione gli abbonati a Xbox Game Pass, l’81% dei quali gioca attraverso il servizio almeno una volta alla settimana.

La grande offerta di Xbox Game Pass

Secondo i risultati della ricerca, il motivo principale per cui i gamer italiani si iscrivono a un nuovo servizio in abbonamento, è la possibilità di accedere a molti contenuti diversi. Questa motivazione è infatti stata indicata dal 59% degli intervistati. Mentre altri motivi per iscriversi a un nuovo servizio in abbonamento sono il semplice processo di configurazione (54%). Ed anche l’accesso immediato ai nuovi contenuti non appena vengono rilasciati (58%).

Xbox Game Pass offre ai gamer maggiori opportunità di scoprire, provare ed entrare in contatto tramite i videogiochi e vanta una libreria di oltre 100 titoli di grande qualità. La libreria è in costante aggiornamento. I nuovi giochi vengono continuamente aggiunti, tra i quali i titoli Xbox Game Studios, inclusi al Day One, i grandi giochi AAA, le novità di Bethesda Softworks.

Secondo la ricerca, infine, i generi preferiti dai gamer in Italia sono gli action-adventure, i platformer e i titoli di sport e racing. La libreria Xbox Game Pass include grandi titoli amati dai gamer italiani. Tra i quali incantevoli gli platform game come Ori and the Will of the Wisps e Hollow Knight. Giochi d’azione e d’avventura come Dead Cells. RPG sparatutto come Outriders e persino giochi di corse come DiRT 5 e Forza Horizon 4.

Se volete seguire altre notizie sul mondo degli E-Sports cliccate QUI.

A cura di: Powned