in ,

Toto Wolff spavaldo: “La Mercedes vincerà anche senza Hamilton”

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Dopo il weekend di Monza, con il primo dei tre Gran Premi che si correranno nel nostro Paese, il dominio della Mercedes nel campionato del mondo di Formula 1 appare sempre più chiaro. Lewis Hamilton sta per portare a casa il suo settimo titolo iridato e soprattutto si avvicina al record di vittorie che appartiene ormai da quasi 15 anni a Michael Schumacher. E il controllo totale della scuderia tedesca sul mondo delle quattro ruote è tale grazie anche a Toto Wolff.

Il team principale della Mercedes ha costruito qualcosa di pressochè perfetto. In primis grazie al grande supporto del compianto Niki Lauda, poi anche dopo il decesso del leggendario austriaco. Chiaramente buona parte dei meriti toccano a chi guida le macchine, visto che dal 2014 a oggi ha vinto un Mondiale solo chi ha guidato una Mercedes, con i sei titoli di Hamilton intervallati dal trionfo di Nico Rosberg.

In ogni caso, in un’intervista rilasciata per la Gazzetta dello Sport, Wolff ha fatto capire che la Mercedes sarebbe grande anche senza Hamilton: “La nostra relazione è forte, per quanto consentito da un rapporto professionale, direi che siamo amici. Ma ci sono anche momenti difficili come avviene nei matrimoni. Io, però, so che lui dà il meglio e lui sa che noi facciamo lo stesso con lui. E questo ci spinge a continuare questo viaggio insieme. Però se io dovessi decidere di smettere, lui continuerebbe a vincere perché c’è tanta gente valida nel team; così come se lui dovesse smettere, perderemmo un grande pilota, ma la Mercedes non inizierebbe a perdere i campionati a patto di essere in grado di presentarci al via con la miglior macchina e con i migliori piloti”.

Più in generale, Toto Wolff ha parlato di un campionato, quello prossimo, che potrebbe diventare più competitivo. In ogni caso, il team principale della Mercedes vorrebbe un epilogo diverso, a prescindere dall’andamento del campionato: “Si potrà portare una sola evoluzione di motore nella prossima stagione ma se un team fa un buon lavoro adesso o in inverno puoi migliorare tanto. Spero davvero che la Ferrari possa fare un salto in avanti. Amo i campionati combattuti. Sarebbe meglio per tutti se il Mondiale venisse deciso all’ultima corsa, con una vittoria della Mercedes”.

E poi ci sono le accuse rivolte al suo team, in merito a una Racing Point che è davvero molto simile alla Mercedes della scorsa stagione. Accuse che vengono apertamente respinte da Wolff: “Noi abbiamo fornito tutte le parti che erano consentite dal regolamento, non abbiamo commesso alcun paso falso. Perché avremmo dovuto mettere a rischio l’integrità della Mercedes? Per rendere un team più forte e trasformarlo magari in avversario? Se osserva la mia vita e il mio lavoro, le amicizie non hanno mai interferito sulla mia attività professionale. La realtà è che alla Racing Point stanno facendo solo un buon lavoro, migliore di ciò che ci potessimo aspettare. In fondo la Force India con un budget ridotto e gli stipendi non pagati, finiva quinta tra i costruttori”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca

Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.