in

Willi Weber attacca Todt e Corinna Schumacher: “Mi riempiono di bugie”

Parla lo storico manager del leggendario pilota tedesco

schumacher share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @willi_weber_official

Willi Weber è stato uno dei personaggi chiave nella carriera di Michael Schumacher. In un’intervista per la Gazzetta dello Sport ha svelato come si sono conosciuti: “Ero a Salisburgo, all’epoca avevo il team più vincente che c’era in Formula 3. Tutti volevano correre con me ma c’era bisogno di un mucchio di soldi. Dopo la F.3 quel giorno c’era la gara di Formula Ford e vidi questo pilota. Fu uno shock. Non avevo mai visto nessuno maneggiare un’auto in quel modo. Di solito i piloti si fanno portare dalla macchina al massimo della velocità, Michael guidava la macchina! La conduceva lui”.

Il manager del leggendario pilota tedesco ha fatto capire che quell’episodio è stato folgorante per lui: “Pensai: ho bisogno di questo ragazzo. Nelle mie fantasie era come aver visto un principe, l’eroe di un’opera di Wagner. Ho fatto di tutto per averlo, ma naturalmente gli ho nascosto quasi tutto. E quando ha scoperto che l’avrei ingaggiato senza chiedergli di pagare nulla ha cominciato a urlare di gioia, non ci credeva e ripeteva “Oh Gesù, oh Gesù!”. Eh eh eh. Lì è nato un rapporto indissolubile”.

Willi Weber contro Todt e la famiglia Schumacher

Il giorno dell’incidente di Meribel, Willi Weber era a un evento. Nessuno, però, volle parlare con lui per spiegare la situazione: “Chiamo la moglie e non risponde, chiamo Jean Todt per chiedergli se è il caso che io vada in ospedale. Lui mi dice di aspettare, è troppo presto, è troppo presto mi ripete. Richiamo il giorno dopo e nessuno mi risponde. Allora faccio passare qualche giorno per non disturbare ma ho cominciato a capire che volevano tenermi fuori dalla questione. È stato un dolore enorme per me”.

Gli attacchi contro la moglie Corinna e Jean Todt continuano: “Ho provato centinaia di volte a contattare Corinna, posso capire la situazione iniziale ma poi da loro abbiamo sentito solo bugie. Per Michael ho fatto di tutto e ho sempre protetto la sua vita privata. Non mi aspettavo un comportamento simile da lei. Todt è come Corinna. Mi ha tenuto fuori, all’inizio mi diceva è troppo presto per parlare di Michael, beh adesso invece è troppo tardi”.

Un personaggio che continua a essere sopra le righe, nonostante tutto.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @willi_weber_official

blog hibet