in

“Wagatha Christie”: il caos generato dalle WAGS.

L’Alta Corte di Londra chiama a processo Coleen Rooney e Rebekah Vardy.

wags share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @coleen_rooney, Wikipedia Commons

Coleen Rooney e Rebekah Vardy sono le mogli famose di calciatori altrettanto famosi: stiamo parlando infatti delle consorti di Wayne Rooney e Jamie Vardy.

Sembrerebbe che sia iniziato un vero e proprio processo civile tra le parti, che incontrandosi in tribunale non si risparmierebbero dal dirsene di tutti i colori, coinvolgendo con questa vicenda anche il mondo del calcio.

Ma cosa è accaduto?

Secondo quando riportato dai tabloid inglesi, è iniziato tutto perché, stanca di alcune accuse senza fondamento, Rebekah ha deciso di denunciare Coleen per diffamazione: la storia è più lunga e complicata di quanto si pensi, dato che questo in atto è il secondo processo civile.

Tutto ebbe inizio in quello che ormai ci sembra il lontanissimo 2019: un anno davvero bello per la dolce metà di Jamie Vardy, poiché era in dolce attesa e presto quindi, sarebbe arrivato in casa un nuovo componente, portando gioia e felicità. Una gioia che però veniva continuamente turbata dagli attacchi della moglie di Wayne Rooney, che l’accusò pubblicamente, con un post su Twitter di rilasciare ai giornali inglesi delle informazioni personali ed intime che la riguardavano… ma quale sarebbe stata la prova?

Sembrerebbe che prima di accusarla, Coleen avrebbe postato una stories in cui comunicava delle informazioni intime, rendendola visibile però solo a Rebekah…

Purtroppo, la sua ormai ex amica avrebbe abboccato e quando ha visto le stesse notizie riportate dal “Sun” ha capito tutto.

Dal canto suo Rebekah, si è messa in una situazione davvero scomoda, poiché se prima era un litigio tra “amiche”, adesso è un processo civile, in cui accusa la controparte per diffamazione e non contenta, sostiene che potrebbe essere stata la sua agente Caroline Watt a rivelare informazioni segrete ai giornali.

Anche i mariti sono stati coinvolti in queste chiacchiere da signore: tuttavia, c’è da dire che prima di tutto questo, erano molto amici ed avevano cercato di confrontarsi per conferire alle rispettive signore il loro desiderio di non scrivere più certe cose sui social, ma non è andato tutto in modo sperato: proprio al processo, Rooney ha affermato di aver avuto un dialogo face to face con Vardy, a tal proposito.

Una richiesta che all’epoca era stata fatta anche dall’allenatore della nazionale inglese, Roy Hodgson, poiché tutte queste distrazioni causavano un disagio alla squadra.

Vardy però nega tutto, non ci sarebbe stato alcun dialogo.

Come andrà a finire? Coleen Rooney dovrà pagare 30mila euro di spese legali oppure potrebbero esserci altri risvolti?

Lo scopriremo presto, insieme a tutto quello che riguarda le vite segrete dei calciatori e delle wags della nazionale inglese.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @coleen_rooney, Wikipedia Commons