in

Vettel sull’addio alla Ferrari: “Mi hanno cacciato a maggio, autostima a pezzi”

Sebastian Vettel è tornato a parlare del suo addio alla Ferrari.

vettel_ferrari_ Schumacher_aston_martin
Fonte imagine: Twitter

La nuova stagione di Formula 1 presenterà una lunga serie di novità, sia tra i piloti che tra i costruttori. Quella che si prospetta come la stagione più lunga di sempre, con ben ventitre Gran Premi in programma da fine marzo a inizio dicembre, vedrà anche il cambio di sedile per Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo lascia la Ferrari dopo sei stagioni per affrontare la sfida in Aston Martin.

Per il pilota tedesco, la separazione dalla scuderia del Cavallino Rampante non è stata facile dal punto di vista morale. Arrivare in Ferrari è sempre stato il suo sogno, l’unico modo per avvicinarsi al suo idolo di adolescenza Michael Schumacher. E andare via da Maranello senza aver vinto neanche un titolo mondiale gli ha lasciato un grande vuoto dentro. Ma Vettel ha potuto togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa.

Addio prematuro

Intervistato dai colleghi di Blick, Sebastian ha fatto capire che l’annuncio del suo avvicendamento con Carlos Sainz è stato doloroso. Soprattutto per il momento in cui è stato dato: “La pandemia ci ha sicuramente sconvolti, anche più della pessima stagione con la Ferrari. Quando guidi in una squadra da sei anni, ci sono sempre cose che vanno bene o male. Affrontiamo insieme la crisi, ma se vieni licenziato il 12 maggio, due mesi prima dell’inizio della stagione, ciò non può non influire su autostima e motivazione”.

Un annuncio che ha fatto male a Vettel, anche perché c’era tutta una stagione da vivere. Ed è forse questo l’unico appunto che Seb può fare ai vertici della scuderia: “Questo tipo di preavviso è effettivamente sbagliato. Semplicemente non hanno rinnovato il mio contratto, da quel giorno i segnali per la nuova stagione sono stati diversi rispetto agli anni precedenti. Ma ancora più tristi sono le prestazioni che sono state così brutte quest’anno. Non avevamo un’auto competitiva”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte imagine: Twitter

Francesco Cammuca

Sommario
Vettel sull’addio alla Ferrari: “Mi hanno cacciato a maggio, autostima a pezzi”
Titolo
Vettel sull’addio alla Ferrari: “Mi hanno cacciato a maggio, autostima a pezzi”
Descrizione
Sebastian Vettel è tornato a parlare del suo addio alla Ferrari. Una separazione ufficializzata a maggio che ha avuto ripercussioni sul suo rendimento
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.