in

Ibra, Ronaldo e co.: teniamoci stretti i nostri vecchietti

Ronaldo_Juventus _Ibrahimovic_Milan
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Se ne sta discutendo molto, soprattutto in questi ultimi giorni in cui è montata anche una polemica sul tema. Stiamo parlando delle persone un po’ più avanti con l’età, quelli che molto volgarmente vengono ribattezzati vecchietti. E nel nostro campionato di serie A non mancano gli esempi di giocatori Over 30 che stanno continuando a fare grandi cose, per se stessi e di conseguenza per le rispettive squadre.

Potremmo stare a parlare a lungo di Zlatan Ibrahimovic, giusto per fare un esempio. Uno che sarebbe tornato al Milan per godersi l’ultimo ottimo contratto della carriera, destinato a svernare in rossonero giocando sull’amore incondizionato che i tifosi hanno nei suoi confronti. E invece basti vedere il ruolino di marcia della squadra milanista, che non perde da fine febbraio. Oppure basti vedere la classifica dei marcatori: davanti a tutti c’è uno che di nome fa Zlatan…

Ronaldo torna a devastare

Oppure potremmo stare a parlare a lungo di Cristiano Ronaldo. In venti giorni che sono sembrati quattro mesi, la sua Juventus ha sofferto le pene dell’inferno sia in campionato che in Champions League. I pareggi contro Crotone e Verona sono stati una vera umiliazione per i campioni d’Italia, messi sotto anche dal peggior Barcellona dell’ultimo decennio. Poi torna CR7 et voilà, i bianconeri tornano a volare: poker allo Spezia con doppietta del portoghese. Dite che è ancora decisivo?

Ma provando ad andare un po’ più a fondo, troviamo altri esempi di giocatori “attempati” che continuano a performare nel nostro campionato. Si fa un gran parlare di due giocatori mai sazi come Alejandro Gomez e Ciccio Caputo, che con gol e giocate d’alta scuola trascinano Atalanta e Sassuolo. E come dimenticare Fabio Quagliarella, uno dei trascinatori della Sampdoria guidata – guarda un po’ – da un vecchio lupo di mare come Claudio Ranieri?

Insomma, vecchio è bello. Fatevene una ragione.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca