in

Vardy lo ha fatto di nuovo: Guardiola va al tappeto

Leicester
Fonte immagine: Wikipedia Commons

La partita perfetta del Leicester coincide con un altro capitombolo per il Manchester City. Netta la supremazia delle Foxes, che sul campo dell’Etihad Stadium desolatamente vuoto per le norme anti-Covid hanno dominato in lungo e in largo. E alla fine, il 5-2 finale con cui la squadra campione d’Inghilterra del 2018 rappresenta anche una dichiarazione d’intenti. Il tutto sempre nel segno dello stesso, immenso cannoniere che risponde al nome di Jamie Vardy.

Il bomber del Leicester e della nazionale ha timbrato il cartellino per ben tre volte, portando ancora una volta allo scoperto la fragilità del City al cospetto delle punte di peso. E così, due mesi dopo la clamorosa eliminazione in Champions League per mano del modesto Lione, torna l’incubo in casa Citizens. Tanto che si è reso necessario l’ennesimo intervento a suon di milioni sul mercato, con l’arrivo del difensore Ruben Dias dal Benfica.

Tornando a Vardy, il bomber delle Foxes è tornato a vivere un momento magico, nello stesso campo in cui è stata messa a segno una delle più grandi imprese del club. Sempre contro il Manchester City, sempre in Premier League. Quella volta, la vittoria del Leicester valse una fetta di titolo in quanto i Citizens erano rivali diretti per la vittoria del campionato. Una marcia fantastica, sotto la guida di Claudio Ranieri, che culminò con il lieto fine.

Ora è presto per poter dire che una vittoria del genere renda il Leicester una squadra da titolo. Ma con un bomber così a trascinare, con gol e tanta energia positiva, niente è impossibile.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca