in

Ungheria, gli stadi riaprono anche ai tifosi

Fonte immagine: Pxfuel

Arrivano le prime buone notizie per i tifosi e gli appassionati di calcio in giro per il mondo. E queste notizie arrivano dall’Ungheria. A Budapest e dintorni, infatti, si giocheranno le prime partite di calcio con il pubblico presente sugli spalti. Ormai oltre tre mesi dopo la decisione di sospendere tutti i campionati a causa dell’emergenza Coronavirus, infatti, arriva il primo gesto distensivo nei confronti del pubblico.

Il governo guidato dal tanto discusso premier Orban ha infatti dato il via libera per far accedere il pubblico agli eventi pubblici all’aperto. Il tutto in base alle norme che sono state approvate con un ultimo decreto, che in un certo senso ha scatenato reazioni contrastanti. Da una parte i tifosi, che non vedevano l’ora di tornare sugli spalti. Dall’altra parte il popolo ungherese, che ha ancora un po’ di paura del ritorno del contagio.

Con ogni probabilità, le nuove norme che riguardano – tra le altre cose – il ritorno dei tifosi ungheresi sugli spalti entreranno in vigore da domani. La prima giornata in cui dovrebbero rivedersi persone ad assistere alle partite del campionato sarà quella del prossimo weekend. Il tutto dopo un accordo, che non dovrebbe tardare ad arrivare, tra Governo, federcalcio magiara e club del massimo campionato.

L’ingresso negli impianti avverrà in maniera scaglionata e consentirà ai tifosi di occupare un posto a sedere ogni cinque previsti nei vari stadi.

 

Francesco Cammuca

Fonte immagine: Pxfuel