in

I TOP & FLOP DEGLI ATTACCANTI DI SERIE A

Fonte immagine: publicdomainpictures

Una stagione complicata, difficile, anomala. Ma per quanto fuori dall’ordinario, il campionato ha emesso i suoi verdetti sul campo e ci sono stati diversi giocatori che hanno certamente contribuito alle vittorie della propria squadra, così come altri che hanno deluso le attese. Soprattutto tra gli attaccanti, spesso decisivi nel bene e nel male. Quali sono stati allora i “Top” del reparto e quali invece i “Flop”?

I “Top” attaccanti della Serie A

C’è un metodo molto efficace per vedere immediatamente quali sono stati i migliori attaccanti della stagione, scorrere la classifica dei cannonieri. Perchè è evidente che una delle caratteristiche principali del ruolo è mettere il pallone in rete, per cui a prescindere da tutto il numero dei gol è certamente un parametro efficace per valutare una stagione.

Viene quindi facile immagine come IMMOBILE sia stato tra i top di stagione, con tanto di “Scarpa d’Oro” in bacheca e titolo di Cannoniere dell’anno uguagliando anche il record di Higuain di 36 gol in stagione.

Per lo stesso motivo non può esse da meno anche Cristiano Ronaldo, che con le sue 31 reti ha certamente contribuito alla vittoria dello scudetto juventino. Vero è che togliendo i rigori dal conto (14 per il laziale e 12 per il bianco nero), i numeri sarebbero decisamente più in linea con gli altri attaccanti del campionato.

Romelu Lukaku per esempio, ha già fatto una sorta di record segnando ben 23 reti alla sua prima stagione in Serie A, così come un Francesco Caputo che corona la sua carriera con il suo record di marcature assoluto.

Coppia d’oro anche quella dell’Atalanta, che dall’alto dei suoi 98 gol totali, ha piazzato ben tre player in top10 marcatori: Zapata e Muriel a quota 18, Ilicic a 15. A livello di media gol poi, i loro numeri sono ancora più impressionanti (e a parte il colombiano senza nemmeno l’apporto di rigori).

Se parliamo però solo di “mediavoto” in stile fantacalcio, ecco allora che tra i migliori spunta un Dybala premiato proprio come MVP della stagione, o un Dzeko sempre e comunque determinante (oltre a 16 gol per lui). E’ arrivato tardi e in condizioni difficili, ma pure Ibrahimovic ha messo senza dubbio in mostra la sua classe con Gol e Assist fondamentali per il Milan.

Stagione da incorniciare anche per Domenico Berardi (14 gol e ottime medie quest’anno), mentre tra i giovani ci sono sicuramente state sorprese interessanti come quella di Cornelius a Parma (12 reti) e Musa Barrow a Bologna (9 reti ma solo mezza stagione utile). Menzione anche per Rebic, che ha letteralmente tolto dagli impicci Pioli in molte occasioni.

I Flop tra gli attaccanti di Serie A

Dall’altra parte però, sono in molti ad avere totalmente deluso, o quanto meno dato molto meno rispetto alle attese. Tra le big risulta evidente lo scarso rendimento di Higuain nella Juve, che ha pure un Bernardeschi decisamente sotto media per larga parte della stagione.

Lautaro è passato da top di mercato da oltre 100 milioni, a fantasma in campo con un finale decisamente in calando. Sicuramente tra i mezzi flop anche un Cutrone, arrivato a Firenze come super bomber ma quasi mai davvero fondamentale.

Così come Lozano, che doveva essere una sorta di “Crack” per l’attacco del Napoli, e invece si è rivelato un oggetto misterioso ancora da comprendere. E a proposito di misteri e fantasmi in campo, che dire allora della stagione di uno spento Zaza, o di un Kalinic inconsistente.

Certo, alla fine dei conti, il nome però che potrebbe sbaragliare tutti nella lista dei “flop di stagione”, è sempre il suo: Mario Balotelli. Non solo non è stato quasi mai determinante, ma è riuscito persino a essere un peso nella fase cruciale del campionato delle rondinelle.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: publicdomainpictures