in

Tevez, allenatore dell’Independiente, descrive la società Argentina.

Povertà e analfabetismo, anche tra i calciatori.

Fonte immagine: Profilo Instagram @__carlitostevez

Carlos Tevez ha rilasciato un’intervista molto dura in merito alla realtà che si vive in Argentina.

Nello specifico, l’attuale allenatore dell’Independiente, si è rivolto ad Alejandro Fantino spiegando le reali condizioni in cui è obbligata a crescere e vivere la società argentina, operando anche una serie di paragoni, tra quello che vuol dire essere poveri in Argentina ed esserli invece in Inghilterra. Purtroppo, non si tratta solo di povertà a livello economico, ma anche e soprattutto culturale.

Ha anche riportato degli esempi pratici di persone presenti nel mondo del calcio, provenienti dalle zone citate che hanno fatto vivere una situazione piuttosto difficile all’Independiente.

Così, racconta:

“Faccio un esercizio di velocità, legato alle neuroscienze. Quando il giocatore sta faticando fisicamente gli faccio risolvere un problema matematico. L’insegnante è con il tablet e il calciatore deve rispondere, deve risolvere il problema. Tre dei ragazzi che abbiamo in rosa oggi mi hanno detto che non sapevano fare né le addizioni né le sottrazioni”.

Lo specchio di una società che è impoverita sotto tanti punti di vista, che non fornisce alle persone i giusti strumenti per accrescere culturalmente e socialmente.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @__carlitostevez

blog hibet