in

Taglio agli stipendi dei calciatori: la proposta di Gravina

Taglio agli stipendi dei calciatori: la proposta di Gravina
Fonte immagine: FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio

In questa situazione di emergenza sanitaria, l’economia di tutto il mondo è in forte crisi. Gli stipendi dei calciatori restano, per il momento immutati, nonostante anche il calcio non sia esente da questa battuta d’arresto.

Niente tifosi allo stadio, niente abbonamenti, meno introiti. Come fare a salvare i bilanci in rosso delle società?

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha proposto di tagliare i guadagni dei calciatori su base europea. I contratti sarebbero precedenti alla Pandemia, per questo oggi ci sarebbero difficoltà a mantenere invariate le stesse cifre.

Gravina ha scritto alle federazioni europee e per conoscenza a Fifa e Uefa, all’associazione dei club europei presieduta da Agnelli (Eca) e ovviamente anche al sindacato dei calciatori.

Una decisione estrema che però potrebbe risollevare le sorti di questo sport, in forte crisi per almeno altri 9 mesi. Mesi in cui gli incassi subiranno cali vertiginosi.

Come reagiranno i calciatori se questo dovesse essere approvato?

Beh sicuramente anche i loro conti perderebbero qualche zero, come la maggior parte dei comuni mortali in questa situazione.

Per altre news dal mondo dello sport, clicca qui.

Fonte immagine: *FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Sommario
Taglio agli stipendi dei calciatori: la proposta di Gravina
Titolo
Taglio agli stipendi dei calciatori: la proposta di Gravina
Descrizione
Il presidente della FIGC propone di tagliare gli stipendi dei calciatori per salvare il calcio dalla crisi economica dovuta a questa terribile pandemia.
Autore