in

La vita di Stanley Ho: il Re dei Casinò di Macao

Fonte immagine: Flickr

Nel mese di Maggio scorso è venuto a mancare Stanley Ho, senza dubbio uno dei personaggi più famosi nel mondo dei casinò, oggi vogliamo raccontarvi della sua storia.

Nato nel 1921 nell’ex colonia britannica di Hong-Kong, Stanley-Ho, fu una delle personalità più ricche e influenti nella Repubblica Popolare Cinese. Ancorché proveniente da un’abbiente famiglia, i rovesci economici legati l’attività paterna e la prematura morte per suicidio, dei due fratelli maggiori, mutarono profondamente la sua vita. All’acuirsi delle difficoltà per la famiglia converse altresì l’infatuazione, del padre, per un’altra donna. Nell’assolvere il ruolo di capo-famiglia, Ho intraprese i lavori più disparati, fin quando non intuì le potenzialità legate l’insorgenza per il gioco d’azzardo nell’allora colonia portoghese nell’isola di Macao.

Per 40 anni Ho gestì, incontrastato, il monopolio sui casinò sparsi a Macao, fino a che, il governo portoghese restituì l’enclave alla Cina. In concomitanza il passaggio per Macao alla madrepatria, seguì una radicale trasformazione per il settore dei casinò con l’accesso al mercato per competitor stranieri.

L’ingresso nell’ex colonia dei Signori di Las Vegas, Sheldon Adelson (Las Vegas Sands), Steve Wynn e Kirk Kerkoria (MGM) trasfigurò lo “skyline” dell’isola. Sorsero mega-resort, in sostituzione le caratteristiche “paludi”. Quantunque le mutate condizioni, Ho concordò il proprio business concorrendo nel gestire il gioco d’azzardo. Ho tuttavia, diversificò i propri investimenti con partecipazioni in società, con sedi a Macao, e Hong-Kong, legate il turismo, fra cui spicca, la Sociedade de Turismo e Diversoes de Macau.

Sposato quattro volte, fu padre di 17 figli. Nel 2018 rassegnò le proprie dimissioni dalla carica di A.D., e Presidente, della SJM Holding, Ltd (all’atto del passaggio il valore societario fu quotato in 6,4 miliari di dollari) cedendo l’incarico alla figlia Daisy (altra figlia nota, è l’attrice Josie Ho).

Per la rivista Forbes, Ho fu il tredicesimo uomo più facoltoso di Hong-Kong, disponendo un patrimonio personale pari a tre miliardi di dollari. La morte, sopraggiunta a 93 anni, ha portato la famiglia a contenziosi legali per la spartizione del vasto impero. La società da lui fondata, Sociedade de Jogos de Macao (SJM), oggi, amministrata dal figlio Lawrence, gestisce a Macao 18 casinò, i cui proventi fruttano metà delle revenues del mercato.

L’influenza, e la sagacia, negli affari propria di Ho, è testimoniata a Macao invero, nel detto “quando l’acqua sale, tutte le barche la seguono”.

Fonte immagine: Flickr

Se volete seguire altre notizie sul mondo dei casinò cliccate QUI.

A cura di JCA Academy

Avatar

Scritto da HiBet Social