in

Serie A, Liga, Premier, Ligue1 e Bundesliga: è l’anno delle sorprese?

liga
Fonte immagine: Flickr

La scorsa stagione è stata forse una delle più travagliate e difficili della storia del calcio giocato, tra campionati finiti in pieno agosto e altri nemmeno conclusi (vedi in Francia) causa pandemia globale. Una situazione di emergenza che però sembra ben lontana dall’essere risolta e, anzi, si trova davanti a incognite ancora più grandi da oggi al prossimo futuro.

Calendario sempre più fitto e intasato per le big, allenamenti ridotti e continuamente a rischio contagio, spostamenti più difficili, assenza di pubblico negli stadi e per le società, anche problemi economici di vario genere. Insomma il mondo del pallone si appresta a vivere una stagione ancora più difficile sotto molti punti di vista e certamente determinante per il futuro stesso del gioco.

Ma se almeno per l’albo d’oro, tutto lo scorso anno è andato secondo pronostici (Juventus, Real Madrid, PSG, Bayern e Liverpool campioni come da previsione), l’incertezza di questo inizio stagione sembra poter aprire qualche spiraglio anche per molte delle rivali, come dimostrano alcuni scivoloni che segnalano una possibile crepa nei predomini territoriali fin qua dichiarati.

Scivoloni e sorprese in Europa

Premesso che un paio di partite sono in ogni caso troppo poche per poter anche solo pensare a qualche crisi acclarata, resta il fatto che qualche risultato particolare c’è stato e merita attenzione.

In Ligue1 i mostri sacri del PSG che stanno dominando in patria ormai da anni, hanno cominciato con due sconfitte consecutive contro i non certo irresistibili Lens e Marsiglia. Una falsa partenza che però ha mille motivi di esistere: da una preparazione forzatamente ridotta visto l’ultimo impegno in Champions finito solo ad agosto inoltrato, al focolaio di covid che ha tenuto fuori almeno sette elementi chiave della rosa, fino a qualche malumore non ancora risolto (da Icardi a Mbappè passando per Neymar). Prova ne è che poi da tre partite si è tornato a macinare, con altrettante vittorie e nessun gol subito. Rens e Lilla però hanno messo la freccia per ora, e anche se il gap sembra insormontabile, chissà che quando poi si inizierà a macinare partite qualche tossina potrà influire sul campionato dei parigini.

Ancora più rumoroso è stato il tonfo del Bayern, che invece nonostante le stesse problematiche di condizione del PSG, aveva ricominciato alla grandissima con un secco 8-0 rifilato allo Schalke04 mostrando i suoi tanti talenti (tra cui il nuovo Sanè). L’incredibile quanto netta sconfitta per 4-1 contro l’Hoffenheim però, mostra ancora una volta quanto questa stagione potrà vivere di momenti altalenanti, dovuti da mille piccoli micro fattori che determineranno possibili scenari nelle singole partite. Alla lunga non c’è nemmeno qua motivo di pensare che la corazzata di Flick possa subire contraccolpi particolari (del resto non perdeva da più di un anno), ma lasciamo questi segnali sedimentare.

Così come è facile notare un avvio particolare anche in Premier League, con certamente e ancora una volta il Liverpool in grande evidenza, ma anche “sorprese” di vario tipo: dalla partenza a razzo di Everton e Leicester, a quella disarmante del City (sconfitto 5-2 in casa proprio dal Leicester) e dal Chelsea, che dopo aver investito più di 200 milioni nel mercato, si ritrova con soli 4 punti in classifica e un Lampard già in graticola. La strada è lunga anche qua, ma non stupisce qualche risultato a sorpresa specie in quelle realtà che hanno ripreso più tardi la preparazione.

Liga e Serie A hanno ancora troppo poco all’attivo per fare qualche considerazione. Da noi sono partite bene tutte le big a dire il vero, e l’auspicio è sia una lunga e sportiva battaglia (ma il caos del Genoa mette tutto in discussione da questo punto di vista, lasciando aperto ogni possibile spiraglio di cambiamento in corsa).

Insomma siamo appena all’inizio, ma già gli spunti di discussione e i motivi di preoccupazione sono tanti. La speranza, come sempre, è che tutto sia da risolvere esclusivamente sul piano sportivo. Se ci saranno sorprese poi, sarà ancora più spettacolare.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Flickr