in

Sorare: il boom del fantacalcio con le crypto valute

Più che un gioco, un vero e proprio investimento, con carte dal valore di oltre trecentomila euro!

Sorare fantacalcio crypto valute
Fonte immagine: Instagram

In Italia così come in molte altre parti del mondo, la passione per il calcio è cosa nota. Come quella per tutti quei giochi collegati al pallone, primo tra tutti, il fantacalcio. Ma negli anni duemila anche questo sport da tavolo che coinvolge milioni di appassionati, si è sviluppato in via digitale. Dai campionati online, fino all’ultimo nato, Sorare, che si è trasformato in un vero e proprio mercato finanziario dove la valuta di base è l’Ethereum (la seconda crypto valuta più usata al mondo). 

Cos’è Sorare?

Se eravate abituati al classico fantacalcio, qua siamo abbastanza in un altro campo, più simile ai “fantasy sport”. La base è che si comprano carte dei vari giocatori per poi poterle schierare in una formazione di cinque nei vari tornei. Durante le partite poi, a ogni carta/giocatore vengono assegnati dei punti in base alla sua prestazione (in base a vari parametri di gioco effettivo), vince naturalmente chi fa più punti. 

Fin qui tutto semplice, ma l’idea innovativa dei creatori di Sorare è associare a tutto questo una cryptovaluta di scambio (l’Ethereum) e rendere ogni carta un qualcosa di unico e collezionabile, ovvero un NFT (Non-Fungible Token) di proprietà esclusiva di chi lo acquista al mercato. 

In breve, non solo si giocano tornei con in palio altre carte e altri Ethereum, ma soprattutto si comprano NFT che diventano un vero e proprio investimento, un “asset” che acquista valore non solo con l’aumento della cryptovaluta stessa, ma anche in base alle prestazioni e alla rarità del giocatore. 

Un tesoro di giocatori

Per chiarire l’ordine di misura di cui stiamo parlando, ha fatto scalpore nei giorni scorsi l’acquisto di quello che è al momento il NFT più costoso al mondo, con un record di calcio-mercato virtuale che si aggira intorno ai 290.000 dollari. 

E a detenere un record del genere non poteva che essere la carta di Cristiano Ronaldo, una di quelle “uniche” che ha quindi un solo (ricco) possessore al mondo. Utile anche per il gioco in quanto con qualche bonus aggiuntivo, ma soprattutto esemplare da collezione e con forti possibilità di crescita di valore. 

Un investimento bello e buono quindi. E non certo l’unico. 

A tenere banco sono soprattutto i giovani in rampa di lancio, non a caso mentre scriviamo la carta in vendita al prezzo più alto è quella di Martin Odegaard del Real Madrid, al prezzo di 87ETH, ovvero circa 160 mila euro. Quella super ambita di Mbappè è stata acquistata cinque mesi fa, quando i prezzi in Ethereum erano decisamente più bassi (a 55 mila euro) e si stima che oggi possa valere almeno 400 mila (ma il possessore non ha intenzione di venderla, per ora). 

Ma anche il milanista Franck Kessie (a quota 124 mila euro) il napoletano Fabian Ruiz (a 115 mila euro), il romanista Mancini (106 mila) e lo juventino McKennie (90 mila euro). 

Leggi anche...  Le 10 migliori linee di attacco del nuovo millennio

E a giudicare dal “boom” di iscrizioni di questo periodo (e della scalata in alto degli Ethereum), c’è da immaginare che questi record verranno presto superati ulteriormente. Anche perchè all’appello tra le card manca ancora il nome più ambito di tutti, quel Lionel Messi pronto a dare battaglia a CR7 anche in questo campo. 

Riuscirà la sua carta a battere il record dello juventino? Presto lo sapremo. 

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
Sorare: il boom del fantacalcio con le crypto valute
Titolo
Sorare: il boom del fantacalcio con le crypto valute
Descrizione
Sorare: il boom del fantacalcio con le crypto valute. Più che un gioco, un vero e proprio investimento, con carte dal valore di oltre trecentomila euro!
Autore