in

Lo “slang” degli eSports

Una delle caratteristiche degli eSports è la totale accessibilità a tutti. Basta una console, un computer o un dispositivo mobile, e siamo pronti per giocare a uno qualunque dei tanti titoli disponibili. Se però volessimo approfondire un po’ questo mondo in continua espansione ed evoluzione, forse potrebbe essere utile imparare almeno alcuni termini dello “slang” che lo contraddistingue.

Patch – La “Patch” si riferisce ad un aggiornamento del gioco, o un qualche componente ulteriore che ne modifica o ne migliora alcune caratteristiche (oltre a risolvere possibili errori).

Lag – E’ l’incubo dei gamer e si riferisce a quando il gioco non segue in tempo le reale le azioni che stiamo impartendo. Quando cioè c’è uno scarto di tempo più o meno significativo tra la nostra azione e quello che vediamo sullo schermo (spesso causato da problemi di connessione).

Noob – Termine generalmente spregiativo per definire i “novizi” che ancora non sanno giocare bene o che non seguono le dinamiche standard della community di gioco, in Italia viene spesso storpiato in “nabbo”.

BOT – In molti giochi (strategici ma non solo), alcuni dei personaggi sono affidati alla gestione dell’intelligenza artificiale. Sono quindi dei semplici (ro)Bot e seguono dinamiche precise e prevedibili (motivo per cui è necessario riconoscerli al più presto).

Skill – La traduzione già fornisce un’idea precisa del significato, ma negli eSports oltre appunto alle “abilità” del giocatore, si riferisce anche a qualcosa di più aleatorio inteso come “sensibilità” di gioco più o meno elevata.

Se vuoi seguire altre notizie sul mondo degli E-Sports clicca QUI.

Cristian Lag

Scritto da Cristian Lag

Hibet.social è un portale di informazione che tratta argomenti di attualità, curiosità, articoli divertenti e virali relativi al mondo dello sport, del casinò e molto altro ancora.