in

Sinner: “Un onore rappresentare l’Italia ai Giochi di Parigi”

Fonte immagine: Profilo Instagram @janniksin

Jannik Sinner e il concetto di famiglia è sempre più chiaro e forte. Così, durante un’intervista rilasciata per la Rai, ha parlato del fratello adottivo Marc e del loro legame: “Mio fratello è forse il primo migliore amico che ho. Quando sei in difficoltà ti dice sempre la verità. Sono sempre grato di avere un fratello, e ancora più fortunato che ha tre anni più di me”.

Tornando al tennis, il numero 4 delle classifiche mondiali ha fatto capire di non vedere l’ora di giocare per l’Italia ai Giochi Olimpici di Parigi. Un sogno che ha da sempre coltivato: “Giocherò per me stesso, ma si gioca comunque anche per l’Italia. Ed è sempre un grande onore rappresentarla. Anche io quando ero piccolo avevo dei sogni, per esempio fare una foto con un atleta mi rendeva felice. E ora sono io che cerco di fare contenta più gente possibile”.

Sinner gestisce la fama

La fama e la pressione da essa derivata è facilmente gestibile per Sinner. Anche quando si parla di come sta crescendo come giocatore. Il riferimento culinario non è casuale: “Anche se fai un’insalata mista puoi mettere tante cose. Però se ne metti troppe senti che non è più buona, ma magari se ne metti troppo poche senti che manca qualcosa. Quindi alla fine stiamo provando a costruire il piatto perfetto”.

In questi giorni, prima di partire per iniziare l’anno e la stagione in Australia, il numero 1 italiano sta coltivando la sua grande passione, lo sci. Ed è qui che avviene ogni giorno un vero e proprio bagno di folla: “Anche sulle piste mi riconoscono. Ma io mi ricordo sempre da dove vengo, della mia famiglia, dei miei amici. E sicuramente anche questo mi dà la sicurezza che sono rimasto uguale come ragazzo”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @janniksin

blog hibet