in

Sinner fa autocritica: “Ho perso per l’atteggiamento sbagliato”

sinner share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @janniksin

Jannik Sinner non perde tempo e fa subito autocritica. La sconfitta di giovedì è pesante, più nel morale che per il risultato: “Forse il mio atteggiamento non era il mio solito. Poi certo, ho dato tutto quello che avevo altrimenti non sarei stato in campo quasi 5 ore e mezzo. È difficile da spiegare, però forse avrei dovuto essere più felice di essere in quella situazione di vantaggio, come sono sempre anche se non lo faccio vedere. Sorridente dentro. Oggi non ero così. Quando mi manca quel tipo di ricetta, faccio più fatica. Questa oggi è la mia lezione. D’ora in poi sarò molto più felice, perché mi serve”.

Il tennista azzurro è uscito prematuramente di scena dal Roland Garros, perdendo contro il tedesco Altmaier. La sua analisi è quanto mai lucida: “Sono i dettagli che fanno la differenza. Sulla stagione rossa, secondo me, mi sono adattato molto molto velocemente. A Montecarlo ho fatto semifinale, poi ci siamo preparati e allenati per fare bene sia a Roma che qua. Le mie aspettative nella testa erano alte, perché sentivo, sapevo che potevo fare molto bene qua. Purtroppo non sono riuscito. Forse io devo ragionare in un altro modo”.

Sinner non fa giri di parole

Alla fine della partita Sinner ammette che non c’è stato solo un exploit di Altmaier. Lui ci ha messo molto del suo: “Sicuramente ci sono stati dei punti in cui avrei potuto far meglio, soprattutto nel quarto in cui ho avuto tante chance: ero sotto 3 a 0 poi sul 3 pari, in quel momento dovevo brekkare e non ci sono riuscito. L’ho brekkato dopo ma non ho servito benissimo. È facile parlare dopo la partita. Prendo le cose positive, poi conoscendomi, con tutto il lavoro che ci metto, con tutta la passione, ritornerò sempre più forte”.

Verso la fine del match, l’altoatesino ha rivolto un gesto. Si pensava che fosse riferito al suo box, ma Jannik smentisce: “No, è stata la pressione subito dopo la partita, quando non sei tanto lucido. Il gesto era più che altro riferito a me, alle scelte sbagliate, soprattutto nell’ultimo game. Era come dire “Ma che cavolo hai fatto?”. È andata così oggi. Fa male, ovviamente, perché comunque ci tenevo tanto. Diciamo che ho avuto le mie possibilità, ho avuto due match point. È andata così”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @janniksin

blog hibet