in

Aic-Lega serie A: taglio stipendi, calciatori in disaccordo

aic
Fonte immagine: il giornale.it

Novità in vista, con tanto di scontro Aic-Lega serie A. Quest’ultima ha elaborato un documento sul taglio stipendi, prevedendo due ipotesi.

La prima, nel caso in cui non si torni più a giocare, riguarda una riduzione di quattro mensilità, Juve docet, che infatti si è astenuta dall’assemblea, avendo anticipato la decisione (taglio stipendi Juve). Mentre la seconda eventualità, concerne il taglio di due mensilità, nel caso in cui si torni a giocare a maggio.

Scenari giusti, penseranno in tanti, ma non i rappresentanti dei calciatori. L’Aic ha infatti tuonato: «È vergognosa e irricevibile. È chiara l’indicazione che si vuol far pagare solo ai calciatori gli eventuali danni della crisi, la vera intenzione dei club è non pagare. L’unica parte rilevante del comunicato della Lega è l’inciso con cui si dice che le squadre dovranno negoziare le modifiche contrattuali con i singoli giocatori».

In particolare, le parole dell’Assocalciatori ha dichiarato di voler mantenere la linea di un taglio di: «una mensilità a condizione che il 10% sia poi destinato al fondo solidarietà per i calciatori delle serie inferiori».

Le trattative continueranno tra i singoli club e i loro atleti, nonostante il disaccordo dell’Aic.

Appare curioso come, in un clima come questo, in cui le aziende chiudono, le famiglie fanno fatica a fare la spesa, ci sono dei milionari pronti a non rinunciare ai loro stipendi.

Difficile fare la spesa per i giocatori di Serie A?

Battute a parte, nessuno si senta toccato, c’è da stringere le spalle e trovare il coraggio di ripartire.

Anche questo è spirito di squadra: sacrificarsi in un momento storico buio, essere solidali e far parte di un unico team: quello italiano.

Perché se è vero che lo sport è unione, in momenti come questo, dovrebbe esserlo ancora di più!

A ben pensarci, il sacrificio più grande, lo stiamo facendo noi tifosi, chi ci ridà indietro le nostre domeniche sul divano, a inveire contro una tv?

Il taglio più grande, viene da dire a noi di Hibet Social, è quello fatto ai sogni dei fedeli sostenitori…

Maria Caterina Crugliano

Scritto da Maria Caterina Crugliano

Copywriter dell’ironia. I miei genitori devono ancora capire che lavoro faccio. Penso quindi scrivo (e rido).