in

Serie A e la crisi del gol “italiano”: soltanto un terzo delle reti sono azzurre

Dopo le prime sei giornate di campionato i numeri parlano chiaro. Gli stranieri stanno segnando il doppio degli italiani.

serie a crisi gol share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @ciroimmobile17

In quella che è stata forse una delle estati più belle per lo sport italiano, ci siamo fortemente esaltati per le imprese dei nostri azzurri che hanno portato a casa l’Europeo di calcio dopo una cavalcata incredibile conclusa proprio con la vittoria contro i padroni di casa nel loro stadio di Wembley.

Un’euforia che ha portato forse a dimenticare alcuni problemi che da tempo la pattuglia azzurra si porta dietro, non ultimo quello di un cambio generazionale piuttosto complicato, soprattutto nel reparto di attacco. Certo i giovanissimi che potrebbero fare bene non mancano, ma i numeri di questo inizio campionato di Serie A ci raccontano quanta strada ci sia ancora da fare.

I gol in Serie A: dominio straniero

Dopo sei giornate di campionato i gol totali in Serie A sono stati 194. Un bottino niente male a onor del vero, che vede anche un Ciro Immobile già in vetta alla classifica dei cannonieri con 6 reti all’attivo.

Peccato che nel computo generale, le reti segnate da giocatori italiani siano appena un terzo di quelle totali. Per la precisione 68, contro le 126 segnate da giocatori stranieri.

Ora, c’è ovviamente da considerare che anche dal punto di visto numerico, gli stranieri in serie A sono una netta maggioranza che in questa stagione si aggira intorno al 60% del totale, per cui di fatto anche statisticamente è più che normale una predominanza di realizzazioni da quella parte.

In aggiunta, proprio nel reparto offensivo sono concentrate maggiormente le presenze straniere, da cui viene ancora più facile immaginare quanto possa essere complicato per gli azzurri farsi largo nel tabellino dei marcatori (e di conseguenza farsi le ossa per finire poi in quel cerchio magico della nazionale).

Leggi anche...  Rio Ferdinand non ha dubbi: “Rudiger è il migliore”

Immobile a parte infatti, gli altri attaccanti del giro della nazionale non se la stanno passando benissimo. I giovani Raspadori e Scamacca hanno una rete soltanto in due, un gol anche per Kean e Belotti, due per Berardi. L’unico italiano a fare compagnia da vicino a Ciro, è quindi un Mattia Destro redivivo, con già 4 reti all’attivo.

Per il resto i gol hanno tante lingue diverse. Dal bosniaco di Dzeko all’argentino di Lautaro, dal nigeriano  di Osimhen al portoghese di Joao Pedro. Certo il campionato è ancora lungo, ma l’impressione è che il gap sia destinato più ad ampliarsi che a diminuire, lasciando forse inalterato il dubbio che da tempo ci affligge: come faranno gli attaccanti italiani a prendersi il loro spazio?

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @ciroimmobile17

Sommario
Serie A e la crisi del gol "italiano": soltanto un terzo delle reti sono azzurre
Titolo
Serie A e la crisi del gol "italiano": soltanto un terzo delle reti sono azzurre
Descrizione
Dopo sei giornate di campionato un dato impressionante per quanto riguarda i gol: soltanto un terzo delle reti sono segnate da giocatori italiani!
Autore