in

“SERIE A DI UN LIVELLO IMBARAZZANTE”: è davvero così?

Analisi delle parole riportate da Ivan Zazzaroni sul livello del campionato maggiore.

serie a share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @corrieredellosport

Stanno facendo discutere le ultime dichiarazioni di Ivan Zazzaroni, noto giornalista del Corriere Dello Sport, che tramite un’intervista concessa ai microfoni di “Tutticonvocati” ha sparato a zero sul campionato italiano:

Livello Serie A scandaloso quest’anno. La Juve fatica col Venezia, l’Empoli vince a Napoli, Genoa impresentabile, Cagliari mai visto così debole. Noi vorremmo vendere un grande campionato, ma è difficilissimo. Mi auguro che qualcosa cambi, servono risorse.”

In molti sui social hanno espresso la propria opinione in merito, creando una spaccatura netta ma anche inutile, proprio perché la verità potrebbe anche stare nel mezzo. Andiamo a prendere più nel dettaglio questa dichiarazione, analizzando meglio quei concetti che possono essere presi come spunto per migliorarsi:

GRANDI CHE FATICANO CON LE PICCOLE: È UN DEMERITO?

Il primo concetto che possiamo estrapolare dalla dichiarazione di Zazzaroni è quello riguardante squadre, come Juve e Napoli, che soffrono avversarie più deboli tecnicamente. Ma dove sarebbe il demerito in questo caso?

Per molti anni abbiamo assistito ad un campionato che vedeva come vincitrice solo la Juventus, lamentandoci di come questa avesse un divario troppo elevato rispetto alle altre. Oggi, con le cosiddette “piccole” maggiormente competitive, aumenta la spettacolarità del nostro campionato e, assieme ad essa, l’incertezza del risultato, capace di attirare maggiormente il pubblico da casa e i tifosi allo stadio. Altra risorsa di questa competitività, infine, è la crescita nei nostri club fuori dai confini nazionali, resi maggiormente pronti proprio dalle partite allenanti che affrontano in patria.

Un concetto, quindi, reso ingiustamente negativo da Zazzaroni, e che, anzi, deve essere come punto di partenza per un campionato migliore.

Leggi anche...  COM'ERA L'ULTIMO BARCELLONA USCITO AI GIRONI DI CHAMPIONS?

SQUADRE NON ATTREZZATE: PERCHÈ?

Se il concetto sulla competitività è stato negativamente espresso da Zazzaroni, è anche vero che, in Serie A, esistono club attrezzati male, come il Genoa e il Cagliari.

In questo caso, bisogna capire quali siano le cause di questo indebolimento e da cosa è partito. Sarebbe troppo banale dire la pandemia, come è altrettanto banale occorrere al problema diminuendo il numero delle squadre partecipanti da 20 a 18.

Il vero problema, in realtà, sta nelle entrate impari che hanno i club nella nostra Serie A, riguardanti sia la distribuzione dei diritti TV ma anche gli ostacoli burocratici che ogni comune impone ai club, concedendo loro meno libertà di investimento. Un esempio, sono i pochi stadi di proprietà che ci sono in Serie A: infatti, solo Juventus, Sassuolo, Udinese e Atalanta godono di questo privilegio, con tutte le altre squadre che hanno provato a portare avanti diversi progetti sulla costruzione di uno stadio nuovo, prontamente archiviati nel tempo. E sono proprio queste le risorse che mancano al nostro campionato, e che ci rendono ancora troppo retrogradi rispetto agli altri paesi, sperando che in futuro le cose possano cambiare.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @corrieredellosport