in

Scottie Pippen attacca Michael Jordan: “The Last Dance ci mortifica”

L’attacco del secondo violino

michael jordan Scottie Pippen share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @scottiepippen

Il 2020 è stato un anno particolare per tutto il mondo, anche per quello dello sport. Per diverse settimane i principali avvenimenti sono stati costretti a fermarsi a causa della pandemia, ma nel frattempo ci sono stati altri eventi che lo hanno tenuto vivo. Come l’uscita di The Last Dance, la serie andata in onda su Netflix e che ha raccontato le stagioni dei Chicago Bulls che hanno vinto diversi titoli negli Anni Novanta.

Tuttavia c’è ancora qualcuno al quale non è andata giù la trama e l’impostazione di questa serie. Come nel caso di Scottie Pippen: “Quando seppi di The Last Dance qualche anno fa non stavo nella pelle. Non vedevo l’ora, mi aspettavo filmati e fatti inediti. Michael però voleva dimostrare alla generazione attuale che in quel periodo storico fosse un qualcosa di fuori dall’ordinario e comunque migliore di LeBron James. Quindi ha presentato la sua personalissima storia, non quella di“Last Dance””.

Pippen contro Jordan

L’esterno dei Bulls non ha mandato giù il modo in cui è stato dipinto Michael Jordan in relazione a quelli che erano i suoi compagni di squadra: “Man mano che la serie è andata avanti i riflettori erano sempre e solo sul numero 23. Il secondo episodio, che iniziava con la mia difficile infanzia e cammino verso la NBA, spostava subito dopo il focus su MJ e sulla sua voglia di vincere. Non ero altro che un suo accessorio. Mi ha chiamato “il suo miglior compagno di sempre”, ma non sarebbe potuto essere più accondiscendente di così”.

Leggi anche...  Lakers, tensione tra Howard e Davis

Sotto l’attacco dell’ex giocatore dei Detroit Pistons sono finiti anche i produttori: “Ogni episodio era uguale a quello di prima: lui sul piedistallo, i compagni alle spalle, più piccoli, meno importanti: il messaggio era esattamente quello di quando ci chiamò una volta il suo “supporting cast”. Abbiamo ricevuto sempre poco credito a prescindere da quanto e cosa vincevamo, ma eravamo gli unici a essere colpevolizzati quando perdevamo”.

A Scottie non è andata giù la serie, a occhio e croce…

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @scottiepippen