in

Sangiovanni e il suo amore per il Milan: tra musica e calcio, una passione senza fine

Fonte immagine: Profilo Instagram @sangiovanni

Febbraio è il mese che porta con sé l’aria frizzante del Festival di Sanremo, evento che incolla agli schermi milioni di italiani, ferventi di scoprire chi si aggiudicherà il podio della celebre kermesse musicale. Quest’anno, tra i nomi che brillano sul palco dell’Ariston, troviamo quello di Sangiovanni, giovane artista vicentino che ha catturato l’attenzione del pubblico con il suo brano “Finiscimi”. La sua musica, intrisa di emozioni e vissuti personali, ha una nota distintiva: l’amore sfrenato per il calcio, e per il Milan in particolare, squadra per cui nutre una passione ardente fin dalla tenera età.

Durante un’intervista esclusiva rilasciata a Chiamarsi Bomber, Sangiovanni si è aperto, con spontaneità e freschezza, su vari aspetti della sua vita, inclusa la fervente passione calcistica. “La mia passione per il Milan è nata in famiglia”, racconta l’artista, evocando ricordi di partite vissute sugli spalti di San Siro, circondato dall’affetto dei suoi cari. Nonostante il momento non esaltante per il club rossonero, che si trova lontano dalle ambite vette della Serie A, l’ottimismo di Sangiovanni non vacilla.

Interrogato sulla situazione attuale del Milan, l’artista riflette sugli alti e bassi della squadra, attribuendo la fase negativa più a questioni mentali che a mancanze tecniche. “Non è un problema di allenatore”, insiste Sangiovanni, “ma di quel killer instinct che a volte sembra mancare”.

La conversazione si fa poi più leggera, toccando i momenti condivisi con amici come Lazza e Mr Rain a San Siro, dove l’entusiasmo per il gioco si mescola alla musica, creando un’atmosfera elettrizzante. Quando gli viene chiesto di scegliere tra la vittoria di Sanremo e uno scudetto per il Milan, Sangiovanni non esita: “Vincere Sanremo”, dice con un sorriso, mostrando una dedizione alla musica che non tradisce le sue origini, pur mantenendo un cuore che batte forte per il calcio.

Un’interessante riflessione emerge sul legame tra musica e calcio, due mondi apparentemente distanti ma uniti da un filo invisibile che Sangiovanni esplora con curiosità. “La musica è uno strumento per esprimere se stessi”, afferma, sottolineando come, nel calcio, questa espressione si trasformi in azione, passione e, talvolta, in musica stessa. L’artista rivela anche un desiderio: quello di collaborare con Rafael Leão, talento rossonero che condivide la passione per il rap e la musica, segno di un’intersezione sempre più marcata tra questi due universi.

In conclusione, l’intervista con Sangiovanni offre uno sguardo intimo su come musica e calcio possano intrecciarsi nelle vite degli artisti, diventando fonte di ispirazione reciproca. Il suo racconto è un inno alla passione, all’autenticità e alla ricerca di un’espressione personale, che trova nel calcio e nella musica due palcoscenici su cui esibirsi.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @sangiovanni

blog hibet