in

Salernitana, Nicola insiste: “Voglio dimostrare le mie qualità”

Il tecnico della formazione campana vuole proseguire il suo cammino

salernitana share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @davidenicolaoff

Davide Nicola fa capire quanto sia stato tutt’altro che facile prendere la Salernitana a stagione in corso. Per un allenatore si tratta di un esercizio da fare con cura: “Quando subentri, erediti una squadra che non hai avuto tempo di conoscere. Nella prima settimana di full immersion bisogna capire le caratteristiche della squadra, la metodologia di allenamento a cui era abituata. Un’idea dell’impostazione tecnico-tattica che tu avresti dato, guardando da fuori quel tipo di squadra, ce l’hai”.

In un’intervista rilasciata per Ultimo Uomo, il tecnico dei campani ribadisce la necessità di prendere tutto con le molle per riuscire a lavorare nel migliore dei modi: “Bisogna conoscere le caratteristiche di tutti i giocatori, classificare le problematiche nelle varie aree, riconoscere i propri punti di forza, con un’analisi il più dettagliata possibile servendosi anche dei big data. E a quel punto: iniziare ad allenare, scegliere i principi di gioco che sono inderogabili”.

Nicola e la nuova Salernitana

Quest’anno, invece, Davide Nicola ha potuto lavorare con la sua squadra fin dall’estate. E la costruzione dell’organico è stata improntata sui suoi principi: “Quest’anno mi è stato prospettato un programma, dove io potevo partecipare all’idea di gioco che volevamo proporre. Ci siamo seduti e abbiamo fatto una programmazione in funzione del tipo di gioco che volevamo fare e abbiamo individuato dei giocatori che ci potessero dare la possibilità di modificare l’arrivo sulle punte con caratteristiche diverse”.

L’ottimo lavoro fatto dal club campano si basa anche sulla ricerca di talenti stranieri. Tutti giocatori che secondo il tecnico hanno bisogno di tempo per integrarsi nel calcio italiano e nei suoi schemi: “Bisogna considerare che tutti i giocatori che prendi dall’estero te lo puoi trovare tra quattro, cinque, sei mesi. Se hai la pazienza di aspettarli… Io sono convinto che sono stati presi giocatori con criterio, qualcuno doveva essere importante in questo momento, come Lovato; altri di prospettiva te li ritroverai un po’ più avanti. Questa programmazione è stata possibile perché il presidente ha una visione lungimirante e ambiziosa”.

Un allenatore che sa come prendere con le pinze i suoi elementi.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @davidenicolaoff

blog hibet