in

Sainz contro Netflix: “La Ferrari è più grande di così”

Nel mirino la serie Drive to Survive

Sainz contro Netflix: “La Ferrari è più grande di così”
Fonte immagine:  *Pagina Instagram @scuderiaferrari.

Da qualche anno a questa parte si sta facendo un tentativo importante che riguarda la Formula 1. L’obiettivo è quello di avvicinare la disciplina di quattro ruote scoperte più importante al mondo a una fetta ancor più grande di pubblico. Buona parte di questo tentativo sta passando da una serie prodotta e distribuita su Netflix, il cui titolo è forse un po’ troppo forte. Stiamo ovviamente parlando di Drive to Survive.

Questa serie a puntate è arrivata alla sua terza edizione, ma a quanto pare non sta raccogliendo troppi feedback positivi tra gli addetti ai lavori. In particolare sono i piloti a non credere molto nella bontà di questo progetto mediatico, a partire da Max Verstappen. Il leader della classifica del mondiale 2021 sostiene infatti che le situazioni che avvengono in pista e fuori non vengano dipinte e riprese in maniera fedele.

Sainz contro Netflix

Nel frattempo piovono però altre critiche sulla serie. Sono quelle fatte partire da Carlos Sainz, il quale sostiene che la Ferrari sia stata sminuita nell’episodio dedicato alla scuderia: “Quella puntata non è stata granché, ci sono rimasto male quando l’ho vista. La Ferrari è molto più grande, migliore e interessante di quanto non sia sembrata in quell’episodio. Abbiamo vissuto un periodo difficile, è vero, ma sono cose che capitano a tutte le grandi squadre in ogni sport. A parte questo, si tratta della Ferrari! A chi non piace la Ferrari nella vita di tutti i giorni?”.

Leggi anche...  Beckham testimonial dei Mondiali in Qatar: l’ira sui social

Al di là delle lamentele sull’episodio, lo spagnolo apprezza il tentativo fatto con Drive to Survive: “In America abbiamo percepito un bel cambiamento nell’interesse verso la Formula 1 e credo che Netflix abbia giocato un ruolo importante in tutto questo. La nostra è una competizione in cui le porte sono state spesso chiuse ai fan, ma Drive to Survive ha permesso agli appassionati, in Usa come in tutto il mondo, di conoscere le personalità dei piloti”.

Voi cosa ne pensate?

Francesco Cammuca

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine:  *Pagina Instagram @scuderiaferrari.