in

Ruben Olivera e alcuni retroscena su Ibrahimovic.

Le liti con Vieira e altri membri della squadra.

oliveira ibrahimovic retroscena share hibet social
Fonte immagine: Instagram

“Pensa la personalità che lui all’epoca aveva a 22 anni. A parte che gente come Iuliano, Vieira, Emerson, Tudor di 90 e passa chili se gli andavano addosso rimbalzavano… Era strepitoso, mai vista una cosa del genere. Era molto esigente con se stesso e i suoi compagni, chiedeva palla veloce, a due tocchi. Ripeteva sempre la stessa cosa: “One touch, one touch”. Voleva sempre che i giocatori giocassero un tocco o due tocchi. Poi trovavi magari calciatori come Vieira che la toccava di più, Patrick aveva un gioco un po’ più lento rispetto ad altri. Questi dopo un po’ si scocciavano, sia lui sia Zebina, e tante volte abbiamo dovuto separarli. Era dura tenerli perché eravamo in quattro a prendere Vieira e cinque a prendere Ibrahimovic, una squadra solo per loro due. Ma anche Zebina era un bell’animale…».

Leggi anche...  CURIOSITÀ: perché gli juventini sono soprannominati "Gobbi"?

Sono queste le parole di Ruben Olivera, ex giocatore di Juve, Lecce e Fiorentina, intervistato da JuventusNews24.com su Ibrahimovic, uno tra i giocatori più forti in assoluto, commentando il suo modo di fare e di approcciarsi con i compagni anche durante l’allenamento, ma non tutti erano capaci di prendere ordini o di assecondarlo, come Vieira, con il quale sono arrivati quasi alle mani!

Certo è che il buon Zlatan non smette mai di stupirci.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram, Instagram

Sommario
Ruben Olivera e alcuni retroscena su Ibrahimovic.
Titolo
Ruben Olivera e alcuni retroscena su Ibrahimovic.
Descrizione
Ruben Olivera racconta alcuni retroscena di Ibrahimovic alla Juve e le liti con Vieira.
Autore