in

Ronaldo vota Ancelotti e Guardiola: “Due maestri per il Brasile”

Il Fenomeno parla anche di Neymar e del suo futuro tra le fila della Seleçao

ronaldo share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @ronaldo

Ronaldo il Fenomeno sembra aver smaltito la grande delusione per l’eliminazione prematura del suo Brasile dai Mondiali in Qatar. E anzi fa capire cosa avrebbero dovuto fare i suoi connazionali per garantirsi le semifinali: “Credo che il Brasile abbia fatto un ottimo Mondiale, commettendo pochi errori. Però ci è mancata un po’ di malizia nel finale della partita con la Croazia: avremmo dovuto tenere il pallone, perdere un po’ di tempo”.

Il vincitore di due edizioni della Coppa del Mondo è stato avvicinato dai colleghi della Gazzetta dello Sport. Durante questa intervista ha parlato di Carlo Ancelotti e Pep Guardiola, indicati come possibili successori di Tite: “Sarebbero grandi maestri. Per me non è un problema vedere uno straniero alla guida del Brasile. I nomi di Ancelotti e Guardiola sono credibili, così come quello di Mourinho”.

Ronaldo e le influenze della politica

Si parla anche dell’influenza della situazione politica sulle sorti della Seleçao. Ronaldo la vede così: “Le elezioni hanno creato grande confusione nel Paese. Non avevamo bisogno di questo casino. Bolsonaro non è l’unico politico che si è messo la maglia del Brasile. Ma il problema è l’intolleranza che caratterizza i nostri tempi: non viene più rispettato chi la pensa in modo diverso. È successo che qualcuno in Brasile abbia fatto dichiarazioni di voto e per questo sia stato quasi crocifisso. Il Brasile vive un momento molto difficile e vorrei che la gente ritrovasse il senso civico della convivenza pacifica, il rispetto delle opinioni diverse”.

Tra i giocatori maggiormente colpiti da questo flop c’è sicuramente Neymar. Il giocatore del PSG non sa se continuare con la Nazionale, ma il suo illustre predecessore gli dà un consiglio: “Adesso è deluso, ma tornerà più forte di prima e sarà sempre un punto di riferimento per la nostra squadra. Ha fatto tanti sacrifici per la Seleçao e ne farà ancora. Comunque è normale che sia depresso: la salute mentale degli atleti, specie se molto esposti come lui, va monitorata da bravi professionisti”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @ronaldo

blog hibet