in

Ronaldinho, il dopo-arresto diventa un business: pioggia di euro sul brasiliano

L’ex milanista ha guadagnato quasi 800mila euro

ronaldinho_arresto_business
Fonte immagine: Twitter

Il carcere è stata un’esperienza dura, per sua stessa ammissione. Ma non si può dire che, dopo la sua scarcerazione, Ronaldinho non abbia superato la situazione in maniera brillante. L’ex fantasista – tra le altre – di Milan e Barcellona è stato in galera per cinque mesi in Paraguay, con l’accusa di aver preso parte a un giro di passaporti falsi. È stato un periodo molto complicato per l’ex giocatore brasiliano, soprattutto per le conseguenze.

Ma c’è anche da dire che un uomo come Ronaldinho difficilmente non si rialza. Ed è quello che si evince da una ricerca condotta dalla stampa brasiliana. I giornalisti hanno fatto i conti in tasca al Gaucho, venendo a scoprire una serie di guadagni pazzeschi. Negli ultimi due anni, infatti, Dinho avrebbe intascato ben cinque milioni di reais. Vale a dire il corrispettivo di circa 780mila euro guadagnati semplicemente sfruttando la sua immagine.

Sponsor e non solo

Ronaldinho è stato coinvolto in una serie di operazioni di stampo pubblicitario che ne hanno accresciuto l’immagine anche fuori dal calcio. In primis il suo ruolo di uomo immagine per la ditta che ha effettuato i lavori di ristrutturazione allo stadio dell’Atletico Mineiro. E poi c’è stata anche la realizzazione di un video musicale, per il progetto Tropa do Bruxo insieme al gruppo Recayd Mob e al trapper brasiliano Djonga.

Per non parlare della gestione di R-ONE, un marchio entrato nel mercato delle bibite: da sottolineare la produzione di un gin biologico. Ma il legame tra Ronaldinho e il calcio non poteva dissolversi nel nulla: così Ea Sports, la casa che produce Fifa 21, ha acquisito i diritti del suo marchio R10. 

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Francesco Cammuca