in

Il River Plate apre lo stadio ai senzatetto: si può donare il sangue

RiverPlateStadium
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Il campionato argentino è fermo, in quanto non si è ripreso a giocare dopo il lockdown che, su scala mondiale, ha di fatto bloccato lo sport a tutti i livelli. Per questo motivo le “case” delle formazioni che militano nella massima divisione restano vuote, in attesa di poter tornare a vedere protagonisti i beniamini dei tifosi. Ma nel frattempo, c’è chi ha deciso di aprire il proprio stadio per una serie di azioni ad alto contenuto benefico.

Stiamo parlando del River Plate, una delle società con la storia più importante e prestigiosa in Argentina e nell’intero Sud America. I Millionarios, che come si può capire dal loro soprannome sono sempre stati considerati la squadra “ricca” della capitale, hanno deciso invece di dare una mano ai meno fortunati. E specialmente in questo periodo in cui il periodo rappresentato dal Covid-19 va combattuto, ecco che il gesto benefico vale doppio.

I vertici del River Plate, infatti, hanno deciso di aprire le porte dell’Estadio Monumental a un numero di senzatetto che vivevano letteralmente per le strade vicine all’impianto in cui giocano i rojiblancos. Una iniziativa possibile grazie alla collaborazione tra il River e la Red Solitaria de Juan Carr. Ma il cuore nobile della formazione argentina non si ferma qui.

Nella giornata di giovedì, proprio all’interno del Monumental, è stata aperta la donazione del sangue per tutti i volontari tra i 16 e i 65 anni. Lo slogan di questa iniziativa è “Donare il sangue salva anche la vita”. Naturalmente l’invito a donare non era circoscritto ai tifosi del River Plate, in un contesto a dir poco suggestivo!

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca