in

Rinascita Bronzetti: “Ma che problemi con il rovescio…”

La bella tennista riminese è appena entrata in Top 60 mondiale

bronzetti share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @luciabronzetti

Lucia Bronzetti celebra il suo ingresso tra le migliori 60 giocatrici al mondo. Nel corso di una lunga intervista per il Corriere dello Sport, ammette che un traguardo del genere non era neanche tra le più rosee previsioni a inizio anno: “Avrei messo mille firme a inizio anno per un risultato di questo genere. Se penso da dove sono partita è diffi cile credere che solo cinquantotto giocatrici al mondo siano più forti di me”.

La tennista nativa di Rimini ha infatti vissuto tanti problemi negli ultimi anni. A partire da alcune situazioni nei tornei Itf, tutt’altro che agevoli: “Ripenso a Le Havre in periodo Covid: ero in una camera minuscola, non la pulivano mai e mi uscivano i piedi dal letto. Ma tutto sommato non andò così male dato che tornai a casa con il titolo. Invece una volta a Kazan, in Russia, mi svegliai con il torcicollo prima di debuttare, avevo speso molti soldi per la trasferta e non ci volevo credere. Vinsi il primo match senza poter muovere il collo e alla fi ne arrivai in semifinale”.

Bronzetti più forte di tutto

Due anni fa il più grande problema della Bronzetti era il rovescio. Tanto che al solo pensiero la riminese sembra quasi rivivere un incubo: “Ho il magone solo a pensarci: la notte sognavo i rovesci sbagliati e giocai un torneo colpendo solo di dritto. Mi allenavo a qualunque ora per risolvere il problema e il mio coach Francesco Piccari è stato fondamentale dentro e fuori dal campo. Aver superato questo incubo mi dà tanta forza ancora oggi”.

In questa lunga estate Lucia ha raggiunto la finale a Palermo e a Vancouver. Due risultati che le hanno permesso di tagliare un primo traguardo importante: “Palermo mi rimarrà sempre nel cuore, anche più degli ottavi a Miami. In Sicilia ho raggiunto la prima finale Wta battendo avversarie forti, come Garcia, e non ho nessun rammarico. A Vancouver invece ho rosicato tanto perchè ho sbagliato l’approccio al match decisivo. Ma sono felice della mia crescita”.

Il tennis azzurro al femminile ha bisogno di una figura come lei.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @luciabronzetti

blog hibet