in

Il record mondiale 200 metri di Johnson

1 agosto 1996, Michael Johnson si afferma con un record mondiale 200 metri al Centennial Olympic Stadium di Atlanta, in occasione delle Olimpiadi del Centenario.

Una finale diventata leggenda olimpica. Ai 100 metri Michael Johnson e Frankie Fredeicks si trovano allo stesso punto, poi il distacco fenomenale dell’atleta statunitense ed è subito “Attenzione al tempo, attenzione al tempo, un siluro, una palla di fucile, attenzione, il primato del mondo! Straordinario, 19”32“. La voce di Franco Bragagna emoziona ancora oggi, riportandoci indietro di 24 anni.

Gli ultimi cento metri calcolati in 9”20, semplicemente stratosferico.

Michael era tra i favoriti, avendo vinto i 400 metri qualche giorno prima ma non era l’unico su cui si puntava. Non era ancora un eroe ma quella notte ad Atlanta segnò la sua vita con il record mondiale 200 metri. Ad oggi è otto volte campione del mondo.

Un record che sconvolse i tempi della disciplina, fino all’arrivo di Bolt tra gli umani.

Così alle Olimpiadi di Pechino 2008, Bolt riesce a battere il record dei 200 metri, abbassandolo nuovamente l’anno seguente, portandolo a 19.19.

Si tratta di un’altra divinità dello sport, un’altra storia che troverà spazio tra le leggende di Hibet Social.

Per ulteriori imprese olimpiche: Claudio Pollio vince l oro nella lotta libera

Fonte video: *youtube

Maria Caterina Crugliano

Scritto da Maria Caterina Crugliano

Copywriter dell’ironia. I miei genitori devono ancora capire che lavoro faccio. Penso quindi scrivo (e rido).