in

La passione del Principe William: “Tifo per l’Aston Villa”

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Se c’è una cosa che piace a tutti gli inglesi, questa è seguire qualsiasi sport esista nel pianeta. E non fanno di certo eccezione i reali d’Inghilterra, che direttamente dalla reggia di Windsor non si negano la visione di una partita di calcio o di una sfida di cricket. Ma la domanda che ci si è sempre posti è: per chi faranno mai il tifo la Regina Elisabetta e i suoi discendenti? La titolare della corona non ha mai negato il proprio sostegno per il West Ham, una delle tante squadre che gioca a Londra.

Ma la sorpresa più grande l’ha fatta il principe William. Uno dei nipoti della regina ha svelato la sua passione segreta, durante un podcast organizzato da Peter Crouch. Ai microfoni dell’ex giocatore del Liverpool, il principe ha svelato la sua squadra del cuore, ovvero l’Aston Villa. Una squadra di Birmingham che ora è venuta a conoscenza di quello che è il suo più grande tifoso, almeno per quanto riguarda il portafogli e la notorietà.

William ha fatto capire chiaramente cosa ha fatto scoccare il suo amore per i Villans: “È cominciato tutto dalla prima partita di FA Cup a cui sono stato, era Aston Villa-Bolton. Mi ricordo che ero sugli spalti con un cappellino in testa, avrò avuto 12 anni, ed ero lì con un sacco di amici. Ero seduto tra i tifosi dell’Aston Villa e mi sono innamorato, l’atmosfera era magnifica e i valori della squadra splendidi.

Non sono mancate le domande curiose all’indirizzo del principe William. In primis ci si è chiesti come mai l’erede al trono d’Inghilterra abbia preferito l’Aston Villa a una delle squadre che, quando lui era ancora un ragazzino, andavano per la maggiore: “All’epoca volevo disperatamente evitare di tifare Chelsea o Manchester United come facevano tutti quanti a scuola. Mi piaceva l’idea che l’Aston Villa avesse una vera storia, che avesse vinto la Coppa dei Campioni e tutta quella roba lì”.

Tra le altre cose, William vorrebbe trasferire il suo amore per la formazione di Birmingham anche al primogenito George. E la presenza in panchina di un vero simbolo del calcio inglese come Frank Lampard potrebbe aiutarlo a far crescere questa passione anche nel Royal Baby: “Prima ero un po’ preoccupato all’idea che potesse diventare tifoso del Chelsea, ma adesso che è arrivato Frankie vedo che la cultura e i valori del club sono cambiati e mi piacciono. Ora non ci sarebbero problemi”.

Infine il principe lancia un monito nei confronti del club per il quale ha svelato di fare il tifo. Un monito legato più a vicende extra-calcistiche che a quanto accade in partita sul terreno di gioco: “Voglio che i club e i giocatori diano il buon esempio ai ragazzi, voglio che quando i nostri figli vanno allo stadio tornino dopo essersi divertiti e dopo aver visto i loro idoli comportarsi nella maniera in cui tutti vorremmo che facessero”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca