in

Formula 1 allargata? Presto un calendario da 24 gare

chase_carey_Formula_1
Fonte immagine: Pxfuel

Da qualche anno a questa parte, il Circus della Formula 1 ha ampliato in maniera importante i propri orizzonti. Sono stati inseriti nel calendario delle ultime stagioni diversi Paesi che per la prima volta hanno ospitato una gara di motorsport. Ci sono stati certamente motivi economici e di immagine alla base, sia delle decisioni prese dal binomio Ecclestone-Mosley che dopo l’ingresso di Liberty Media a capo del Circus.

In questo disastroso 2020, però, i vertici della F1 hanno dovuto fare una specie di retromarcia, affidandosi a circuiti prettamente europei, alcuni dei quali con un grande fascino. L’esempio di Imola è lampante, ma anche il ricorso ad altri autodromi come quello portoghese di Portimao o l’italianissimo Mugello ha dato l’impressione di un’apertura di orizzonti molto ampia. E le parole di Chase Carey sono ancor più chiare in questo senso.

Ancora più gare

Nei giorni successivi all’annuncio del calendario ufficiale per la stagione 2021, l’uomo che lascerà il ruolo di Ceo di Liberty Media al “nostro” Stefano Domenicali ha svelato che potrebbero esserci ancor più gare nel futuro della Formula 1: “Molte piste dove abbiamo corso quest’anno hanno espresso grande interesse per ospitare nuove gare e altri Paesi sono più interessati che mai alla F.1. Contiamo di passare a un calendario di 24 gare nel giro di qualche anno, forse alcuni GP dovranno alternarsi in modo di accontentare altri partner”.

Ricordiamo che l’attuale calendario prevede la certezza della disputa di 22 appuntamenti per il Mondiale del 2021, con l’unico dubbio legato all’eventuale aggiunta del Gran Premio di Arabia Saudita. Ma la sensazione è che quella del futuro sarà una Formula 1 ancor più ricca di appuntamenti e gare.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Pxfuel

Francesco Cammuca