in

Pogacar, parla il suo team manager: “Nessun problema”

Lo sloveno ha perso la maglia gialla dopo il tappone

pogacarb share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @tadejpogacar

Mauro Gianetti esclude la possibilità di problemi che possano mettere a repentaglio la permanenza di Tadej Pogacar al Tour de France. Anzi arrivano i complimenti ai rivali per la grande prova di squadra messa su strada: “Una crisi di fame? covid? È malato? Eccessiva fiducia? Niente di tutto questo. Un po’ di stress si è insinuato nella squadra in questa settimana. Ma, soprattutto, questo è il risultato del lavoro di demolizione della Jumbo Visma. Hanno fatto qualcosa di straordinario”.

Il team manager del team UAE Emirates, al termine della tappa in cui Vinegaard è riuscito a prendersi la maglia gialla, fa capire che i rivali hanno avuto una marcia in più nel tappone: “Hanno una squadra forte. Hanno anche indossato la maglia all’inizio del Tour con van Aert. Sapevamo che non avrebbero aspettato la fine della settimana per attaccarci. La loro squadra ha scritto una grande pagina di ciclismo. Spettacolari, tutto tatticamente ben eseguito”.

Il Tour di Pogacar è aperto

Gianetti ha fatto capire qual è stata la strategia che il vincitore della Grande Boucle del 2020 ha provato a seguire: “Tadej è stato particolarmente bravo sul Galibier. Lì, però, ha consumato molte energie, forse si è sforzato un po’ troppo. Ma doveva prendere delle decisioni. Voleva eliminare alcuni avversari lì. Anche quello sembrava funzionare, ma molti corridori sono poi tornati in discesa. Il problema più grande è stato ovviamente che Tadej stesso aveva consumato troppe energie sul Télégraphe e sul Galibier e le ha pagate negli ultimi 5 km”.

In ogni caso il Tour per lo sloveno non è finito. Anzi il suo team manager considera questo un passaggio fondamentale per scoprire il vero talento di Pogacar: “Tadej è in perfetta forma. Altrimenti non avrebbe potuto parare gli attacchi al Galibier. Terremo legna, ma non ci sono nemmeno sintomi di covid. Non aveva nemmeno fame durante la corsa. No, è stato merito di Vingegaard e dei suoi compagni di squadra. C’è ancora molto da fare”.

Di certo noi ci divertiremo in questa settimana decisiva per il Tour de France.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @tadejpogacar

blog hibet