in

PIÙ RIGORI SBAGLIATI IN SERIE A? I dati parlano chiaro

RIGORI NELLA SERIE A 2021-2022: STATISTICHE

rigori sbagliati serie a share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @cagliaricalcio

Tra le statistiche che sta saltando agli occhi, soprattutto agli amanti dei numeri, c’è sicuramente quella dei rigori in Serie A.

Possiamo notare, infatti, come i rigori fischiati quest’anno sono stati 86: 67 di questi sono stati messi a segno, mentre 19 sono stati sbagliati. A leggerla così, la statistica non riporta nessun dato rilevante, ma, scavando più affondo, possiamo far emergere un fatto curioso quanto preoccupante:

CONFRONTO CON IL PRECEDENTE CAMPIONATO

Confrontando i numeri sopracitati con quelli dello scorso campionato, notiamo fin da subito una differenza non di poco conto: infatti, in tutto lo scorso campionato, i rigori sbagliati furono 23, appena cinque in più rispetto a quello odierno, ma con quasi il doppio dei rigori totali concessi (ben 150 nda). Riportando il tutto in percentuale, quindi, la probabilità di sbagliare un calcio di rigore, rispetto allo scorso anno, è aumentata dal 15% al 23%.

La motivazione dietro a questi numeri è variabile: in molti hanno rimproverato il calcio italiano di prediligere un gioco sempre più fisico e agonistico, a scapito di uno più tecnico. Questo comporterebbe, quindi, poca lucidità sotto porta nei calciatori formati, tesi che sarebbe anche avvalorata dalla carenza di centravanti cinici nella nostra nazionale. Un’ipotesi molto più fantasiosa, invece, ricercherebbe la causa nello svuotamento degli stadi, sempre più ricorrente nell’epoca vigente, che porterebbe i calciatori a perdere adrenalina e, quindi, ad essere più sfogliati in campo senza il supporto dagli spalti.

COLPA DEL VAR?

Ipotesi molto più pragmatica, infine, riguarderebbe il VAR e sull’eccessivo numero dei rigori concessi dopo la sua introduzione, che avrebbe a sua volta aumentato la percezione di vedere più rigori sbagliati.

A conti fatti è vero: il numero dei rigori è effettivamente aumentato, e lo dimostrano i 691 rigori concessi negli ultimi cinque campionati (dal 2017 ad oggi, tutti col VAR nda), contro i 650 concessi negli ultimi cinque campionati senza VAR (dal 2012 al 2017 nda). D’altro canto, non si può dire lo stesso sui rigori sbagliati: nei campionati pre-VAR, difatti, la percentuale di errore era più alta rispetto a quella attuale (25% contro il 19% attuale nda), nonostante ci fossero meno rigori fischiati.

Questo, quindi, smonta la teoria della percezione più alta nell’epoca VAR, lasciando ancora più aperto il dibattito.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @cagliaricalcio