in

Perchè Marco Belinelli è tornato alla Virtus

Marco_Belinelli_bologna_virtus
Fonte immagine: Twitter

La notizia ha sconvolto il giovedì pomeriggio degli appassionati di basket e non solo, in Italia e non solo. Marco Belinelli torna a giocare nel nostro campionato, indossando la prima canotta che ha avuto addosso il giorno del debutto tra i grandi, quella della Virtus Bologna. Un annuncio clamoroso e soprattutto inaspettato, ma che è stato chiaramente favorito dalle recenti vicende del basket americano, che si sta preparando per la prossima stagione.

La breve e particolarmente vivace fase di free agency in casa NBA, con l’annata scorsa che si è conclusa da poche settimane e la nuova stagione che scatterà tra poco meno di un mese, ha visto Belinelli letteralmente lasciato al palo. Il giocatore di San Giovanni in Persiceto non aveva trovato una squadra in cui proseguire la sua avventura dall’altra parte dell’Oceano. Qualcuno si aspettava i fuochi d’artificio nelle ultime ore, ma ciò non è avvenuto.

Il ritorno a casa

E così, quello che sembrava avere solo le sembianze di un pensiero stupendo si è trasformato in meravigliosa realtà. Soprattutto per i tifosi della Virtus Segafredo Bologna, che potranno tornare a godere dei talenti del Beli dopo averlo visto letteralmente crescere nelle ultime fiammate di una società che ha dettato il passo negli Anni Novanta e all’inizio del terzo millennio. Poi ci sono state le vicissitudini societarie e il declassamento virtussino.

Da qui il passaggio di Marco in Fortitudo, dove ha vinto uno storico scudetto al fianco di giocatori come Basile, Mancinelli e l’uomo del destino, Ruben Douglas, l’autore del tiro della storia contro Milano. Poi il volo in NBA attraverso un Draft in cui è stato chiamato al secondo giro dai Golden State Warriors. Il passaggio da New Orleans e da Chicago, l’atterraggio sul pianeta Pop-landia e lo storico anello vinto con i San Antonio Spurs. Ma ora è giunto il momento di tornare a casa.

Quelle parole che fanno discutere

Ma non tutti si ricordano che, poco prima di prendere il volo per gli States, Marco Belinelli disse una frase che ora torna a far discutere. L’azzurro aveva detto che sarebbe tornato in Europa “solo per giocare a Bologna”, ma con la canotta della Fortitudo. Una frase che i tifosi della Effe non hanno dimenticato e che ora rinfacciano al campione italiano. Tanto che ci si aspetta un clima discretamente acceso in vista del derby di ritorno.

Ma ora bisogna capire perché Marco Belinelli è tornato in Italia così presto. Probabilmente era lui il primo a sapere che nessuno avrebbe contato sulle sue doti di “specialista” nella NBA che sta prendendo forma. Un tiratore, capace comunque di uscire in palleggio e di aprire le difese per togliergli il tiro, evidentemente non serviva. Da qui la scelta di tornare a casa, in quella Bologna che gli ha dato tantissimo e alla quale ora promette di restituire qualcosa.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Francesco Cammuca

Sommario
Perchè Marco Belinelli è tornato alla Virtus
Titolo
Perchè Marco Belinelli è tornato alla Virtus
Descrizione
Marco Belinelli torna in Italia dopo l’esperienza in NBA e torna alla Virtus Bologna dopo 17 anni. Le ragioni di un clamoroso comeback.
Autore