in

QUANDO PELÉ POTEVA FINIRE ALL’INTER

Un affare mai concretizzato, che avrebbe potuto vedere, oltre a Maradona, anche “O’Rey” nel nostro campionato.

pelè_inter
Fonte immagine: Instagram

Pelè, assiema a Maradona, è definito il calciatore più forte di sempre. Nonostante negli anni diverse squadre abbiano provato a prenderlo, come il Real Madrid e il Manchester United, “O’Rey” non ha mai giocato in Europa, aumentando il rimpianto di non vederlo mai misurarsi con i campioni dell’epoca.

Anche l’Inter provò ad accaparrarsi il fenomeno brasiliano, come è stato certificano con tanto di aneddoti da molti protagonisti dell’epoca.

IL RACCONTO DI MASSIMO MORATTI

È proprio Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter e figlio di Angelo Moratti (presidente dei nerazzurri dal 1955 al 1968), che racconta i primi aneddoti nel 2016, specificando quando nacque la possibilità di concretizzare l’affare: spiegò come suo padre si innamorò del talento brasiliano che tanto aveva sorpreso negli ultimi mondiali conclusi in Svezia nel 1958, riuscendo nell’immediato a bruciare la concorrenza e a fargli firmare un contratto pronto per essere depositato.

Ma qualcosa andrà storto, e l’affare saltò: la causa principale fu il Brasile, una nazione intera che non voleva privarsi della sua nuova stella nascente, con i tifosi del Santos che si rivoltarono contro i dirigenti. Addirittura, secondo quanto detto dallo stesso Moratti, il presidente della squadra fu aggredito da un tifoso. Consapevole che questo non era più un affare calcistico, padre Angelo decise così di stracciare il contratto, sancendo di fatto la permanenza di Pelè in Brasile. Furono fatti altri tentativi durante il corso degli anni ’60 dal club nerazzurro, ma per un motivo o per un altro, Pelè rimase fedele alle orche bianconere.

LE CONFERME DAL BRASILE

Qualche anno più tardi, in Brasile sarà confermata in larga parte la storia raccontata da Massimo Moratti.

Leggi anche...  STORIE E CURIOSITÀ: il gol senza scarpa di Elkjær alla Juve

A farlo è il giornalista italo-brasiliano Claudio Carsughi, che dichiarerà come non solo l’Inter era sulle tracce di Pelè, ma che altri club italiani, tra cui la Juventus. Sempre secondo il giornalista, il presidente Athie Jorge Cury negò di trattare con qualsiasi squadra, definendo Pelè “patrimonio nazionale”.

L’Inter di Angelo Moratti riuscirà comunque a fare a meno della classe di O’Rey, aprendo con Helenio Herrera un ciclo di vittorie durato per tutta la prima metà degli anni ’60, che le permetterà di essere ribattezzata come la “Grande Inter”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
QUANDO PELÉ POTEVA FINIRE ALL’INTER
Titolo
QUANDO PELÉ POTEVA FINIRE ALL’INTER
Descrizione
Pelè: Tutti gli aneddoti riguardo ad un affare mai concretizzato, che avrebbe potuto vedere, oltre a Maradona, anche “O’Rey” nel nostro campionato.
Autore