in

Paul Ince “Quando Moratti scoppiò in lacrime”

Le parole di Massimo Moratti dopo l'addio all'Inter di Paul Ince
Fonte immagine: *Wikipedia Commons

Paul Ince è stato un calciatore dell’Inter molto caro all’ex presidente Massimo Moratti.

Il procuratore Alex Ferguson aveva comunicato a The Governor la cessione dallo United all’Inter. Da quel momento iniziava l’avventura del calciatore con la maglia nerazzurra. Era l’Inter di Roberto Carlos, Zanetti, Djorkaeff e Zamorano.

Paul Ince si adatta subito alla vita milanese e va a vivere sul Lago di Como.

Dopo un avvio un po’ complicata dall’allora allenatore Ottavio Bianchi, Ince trova il sereno nella stagione 1996/ 1997 quando arriva in panchina Mr. Hodgson: “Hodgson ebbe un bel rapporto con Moratti, ma lui dovette cambiare molte cose. Allenare l’Inter è stato un duro test per lui, lo ammiro molto, grazie a Hodgson le mie prestazioni sono migliorate“.

Due anni a Milano bastarono per far sì che rimanesse nel cuore di tutti i tifosi ma soprattutto di Moratti.

Quest’ultimo soffrì alla notizia del suo addio dall’Italia:

“Quando gli dissi che volevo tornare in Inghilterra, Massimo Moratti scoppiò in lacrime. Avevamo comprato Ronaldo, ma per questioni familiari per me fu meglio tornare in Inghilterra. Non volevo in realtà, sarei rimasto per sempre. Moratti era sconvolto. Adoravo quell’uomo, lo rispetto e parlo ancora con lui. Rese possibili quegli anni meravigliosi, non lo dimenticherò mai”.

Una squadra che non vinse trofei ma che regalò anni indimenticabili.

Per altre storie curiose, clicca qui.

Fonte immagine: *Wikipedia Commons