in

La classifica dei proprietari più ricchi nel calcio italiano secondo Forbes!

Ecco i patrimoni più ingenti, che non sempre sono anche i più spendaccioni nel calcio però

ricchi nel calcio italiano Forbes
Fonte immagine: Instagram

Ha fatto molto discutere l’uscita in questi giorni del consueto “Forbes Billionaieres”, ovvero anche la classifica degli uomini più ricchi del mondo, che in quest’anno di crisi pandemica, sono in realtà ancora aumentati di numero e di averi (non tutto il mondo è paese…). 

Il dato che ci interessava però, è quali sono i Presidenti delle società di calcio italiane presenti in questa classifica. Vediamo insieme la “Top10” dei paperoni del calcio (non senza qualche sorpresa probabilmente). 

I più ricchi del calcio italiano

Sembrerà strano, ma in vetta alla classifica degli uomini più ricchi del calcio italiano c’è ancora e sempre lui, Silvio Berlusconi. In barba a tutte le varie proprietà straniere e un patrimonio da circa 7.6 miliardi di dollari, il Cavaliere di Arcore è il più ricco del calcio italiano. Ora non resta che portare il suo Monza nell’Olimpo della Serie A. 

“Solo” secondo è Zhang Jindong (in realtà 339° al mondo) e i suoi 7.4 miliardi, anche se per il patron dell’Inter la situazione è tutt’altro che rosea in divenire. Almeno nel mondo del pallone. 

Terzo posto per Rocco Comisso. L’imprenditore italo-americano che ha preso in dote la Fiorentina si piazza a quota 7.2 miliardi di dollari, anche se per ora non sono bastati a farne una squadra competitiva ad alti livelli. Stessa cosa si può dire per l’ancora più parsimonioso presidente del Bologna, Joy Saputo, che segue staccato in classifica con 5.7 miliardi di patrimonio (ma che lo precedere invece in quella di campionato). 

Al quinto posto è Paul Singer, ovvero fondatore del fondo Elliot che detiene la proprietà del Milan. Per lui un patrimonio da 4.3 miliardi. Da Milano a Roma, ma sempre in territorio americano, è Dan Friedkin, nuovo patron dei giallo rossi che con i suoi 4.1 miliardi dovrà spendere decisamente meglio di quanto fatto fino a ora dai suoi predecessori. 

Solo settimo invece, John Elkann, con un “misero” 2 miliardi di dollari di patrimonio, sufficienti però a fare della sua Juventus la squadra più titolata e certamente quella con il maggior fatturato della Serie A. A seguire un Antonio Percassi in netta ascesa (personale e calcistica con la sua Atalanta), fermo a 1.3 miliardi (2524° nella classifica dei miliardari). 

Leggi anche...  Ecco chi sono le wags più ricche al mondo: la top ten.
 

Ultimi in questa top ten, entrano anche Enrico Preziosi (Genoa, con 1.1 miliardi di patrimonio) e gli Squinzi del Sassuolo che viaggiano a circa 1 miliardo.  

Patrimoni però, che non sempre significano anche elevate disponibilità di spesa nel calcio mercato. Perchè ricchi lo sono di certo, ma spendaccioni, questo forse no!

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram