in

Il Covid ‘cancella’ anche il Pallone d’Oro!

Fonte immagine: Flickr

Il Coronavirus continua a provocare dei danni inquantificabili al mondo dello sport. Questa volta, però, non ci sono manifestazioni interrotte o rinvii di grandi eventi, com’è accaduto per gli Europei di calcio o per le Olimpiadi in programma a Tokyo quest’anno e rimandate di dodici mesi. In questo caso, non verrà assegnato uno dei premi più importanti, ovvero il Pallone d’Oro.

L’ultima volta in cui il Pallone d’Oro non fu assegnato, era il 1956. Oltre sessant’anni dopo, l’organizzazione della premiazione che incorona il miglior calciatore dell’anno solare è costretta ad alzare bandiera bianca. E l’onere di annunciare questa decisione è toccata ai colleghi di France Football, che proprio dal 1956 si incaricano di allestire l’organizzazione e la premiazione.

E le motivazioni di questa decisione sono state svelate con un lungo elenco. “Un anno così unico non può essere trattato come un anno normale, perciò meglio astenersi dall’organizzare il premio, piuttosto che persistere. Un premio come il Pallone d’Oro trasmette valori che vanno al di là della sola eccellenza sportiva. Inoltre l’equità che prevale per questo titolo non poteva essere garantita, sia ai fini statistici che per l’impossibilità di comparare atleti che hanno giocato e lavorato in maniera diversa”.

Una delle motivazioni emerse dal comunicato è quella di non voler inserire nell’albo d’oro un giocatore, per poi spiegare che il premio era stato assegnato “circostanze eccezionali a causa della crisi sanitaria di Covid-19”. Per la prima volta dalla sua fondazione, dunque, il Pallone d’oro si prende una pausa.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Flickr

Francesco Cammuca