in

Nuoto: quanto guadagna Federica Pellegrini?

La disparità economica con gli altri sport.

federica pellegrini share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @kikkafede88

Una delle domande frequenti che riguardano il mondo dello sport è sicuramente quella inerente alla sfera economica. Un esempio lampante è quello che concerne il mondo del calcio, dove siamo abituati a sentire cifre da capogiro per stagione, trattandosi di fior fior di milioni, ma non è sempre così anche per le altre aree dello sport.

Per quanto riguarda il nuoto, ad esempio, questa domanda ha interessato anche la Divina, pluri vincitrice di medaglie d’oro alle Olimpiadi che anche se stima un grande patrimonio, non è minimamente paragonabile a quello di un giocatore del mondo del calcio.

Quanto ha guadagnato allora la Pellegrini in tutta la sua carriera? Quanto le ha fruttato vincere queste gare? Tenendo conto che così come il calcio, anche il nuoto è uno sport molto impegnativo, che occupa gran parte del proprio tempo, a cui ogni atleta dedica la propria vita.

Vediamolo insieme.

Da quello che si legge dai vari dati rilasciati nel corso degli anni, le cose non sempre sono state rose e fiori, ma sembrerebbe che siano piano piano migliorare per quello che riguarda l’aspetto economico.

Tuttavia, il nuoto è uno dei pochi sport ad essere legato a corpi di Forze Armate o di Polizia (Aeronautica, Marina, Esercito, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia di Stato e Penitenziaria), per cui oltre ai premi per le vittorie, generalmente i nuotatori ricevono uno stipendio che si aggira sui 1.400 euro al mese. A tal proposito, possiamo citare Gregorio Paltrinieri che è entrato nel corpo sportivo della Polizia di Stato o la stessa Simona Quadarella, che è stata per 3 anni parte del Gruppo Sportivo Fiamme Rosse.

Ma per quanto riguarda l’agonismo, dobbiamo prendere in considerazione tutta una serie di dati che sono stati decisi dal Coni e poi modificati nel corso degli anni: stando alle Olimpiadi di Rio chi vinceva una medaglia d’oro portava a casa 150.000 euro, 75.000 per un argento e infine 50.000 per il bronzo.

Leggi anche...  Danielle Madam si racconta: ecco cosa c’è dietro la vittoria (nella vita).

In occasione delle Olimpiadi di Tokyo invece le cose sono cambiate: il Coni infatti, ha deciso che dopo quattro Olimpiadi fosse possibile aumentare i premi del 20% lordo, arrivando a 60mila euro per il bronzo, a 90mila per l’argento, a 180mila per l’oro.

Le cose però non sono state sempre così: nel 2013 la Federazione Italiana Nuoto per i Mondiali di Barcellona garantiva invece 35.000 euro il primo posto, 18.750 il secondo, 11.250 il terzo, 4.000 il quarto, 3.000 il quinto, 2.500 il sesto, 1.500 il settimo e 1.000 l’ottavo.

Di questa disparità di era resa portavoce la stessa Federica qualche anno prima, quando nel 2009, dopo aver vinto i 200 e 400 stile libero, la campionessa scrisse su Twitter: “Questo è quello che ho guadagnato vincendo 2 mondiali con 3 record del mondo in una sola edizione. Fate voi!”, riferendosi ad una cifra di soli 3000€.

Fortunatamente per queste Olimpiadi le cose sono andate meglio e avendo vinto la medaglia d’oro può essere un po’ più felice dei suoi introiti, anche perché nel corso degli anni alla sua carriera da nuotatrice le si è affiancata anche quella televisiva, apparendo in campagne pubblicitarie di diverso tipo, riuscendo così ad accumulare un patrimonio fatto di sei zeri, che le auguriamo di godersi con il meritato riposo che le spetta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @kikkafede88

Sommario
Nuoto: quanto guadagna Federica Pellegrini?
Titolo
Nuoto: quanto guadagna Federica Pellegrini?
Descrizione
La disparità economica nel mondo dello sport: il nuoto e i montepremi del Coni, non sempre graditi dalla Divina.
Autore