in

Neymar Jr. attaccato dai brasiliani: “E’ amico di Bolsonaro”

il calciatore del psg, Neymar jr., suscita polemiche per l'incontro con Bolsonaro
L'immagine by amil.delic è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.

Circa una settimana fa andava in scena un finale con rissa tra i calciatori del Psg e del Marsiglia, il cui protagonista era Neymar.

Nel post partita il calciatore brasiliano ha scritto su Twitter: “Sono pentito soltanto di non aver colpito la faccia di quello s*****o”. La frase è rivolta ad Alvaro Gonzalez accusato dall’attaccante di averlo chiamato “scimmia” e poi colpito.

L’arbitro ha espulso cinque professionisti, squalificato per sei giornate Kurzawa, per due giornate Neymar Jr. e aperto un’inchiesta nei confronti del difensore numero 10.

“È facile per il Var (che lo ha espulso, ndr) cogliere la mia aggressività. Ora voglio vedere l’immagine del razzista che mi chiama scimmia. Io sono stato espulso e lui?”, ha continuato a twittare il campione.

Subito è arrivata la risposta del calciatore del Marsiglia: “Non c’è spazio per il razzismo”.

Secondo l’edizione di ieri del Le Parisien, gli esperti di labiale assicurano che Gonzalez avrebbe detto “scimmia di m***a“. Se l’accusa dovesse essere confermata, l’uruguaiano sarebbe squalificato.

La querelle in Brasile è stata presa come spunto dopo le immagini di Neymar con Jair Bolsonaro, Presidente di destra.

Secondo La Faz, poco tempo fa, Neymar jr. avrebbe incontrato Damares Alves, un’arciconservatrice anti-abortista nonché perno fondamentale del governo Bolsonaro. La donna, ex ministro della famiglia, ha richiamato l’attenzione mediatica con frasi ideologicamente conservatrici.

Il popolo brasiliano, che già non ama Neymar, ha incrementato le proprie critiche nei confronti del calciatore del psg. Secondo i connazionali verdeoro, il presidente avrebbe espresso più volte commenti razzisti contro gli afro-brasiliani e nonostante ciò O’ Ney non avrebbe smesso di ostentare foto sui social con lui.

Per rimanere aggiornati sul tema e sulle altre news dello sport, cliccate qui.

L’immagine by amil.delic è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.