in

“NESSUNO GIOCA MEGLIO DEL TOTTENHAM”: Ha ragione Mourinho?

Josè_Mourinho_Tottenham
Fonte immagine: Instagram

È un inizio di stagione positivo per il Tottenham, visto che si trova in testa alla classica nel complesso campionato inglese e lotta per il primato nel girone di Europa League. Artefice numero uno di questa stagione è ovviamente lui: Josè Mourinho.

Anche a Londra, sponda Spurs, lo special one fa parlare di sé, rispondendo con tono ai giornalisti che continuano a criticare il gioco che propongono le sue squadre.

“Nessuno gioca meglio di noi con il pallone tra i piedi”

Questo quanto detto in uno dei suoi piccanti post-partita di quest’anno. Una risposta piena di orgoglio come solo un vincente come lui poteva dare. Ma possiamo dire altrettanto oppure appoggiare le tesi dei suoi detrattori? Scopriamolo andando ad addentrarci nelle statistiche del sorprendente Tottenham di quest’anno:

Gol fatti/subiti

Delle squadre di Mourinho si è sempre criticato il loro modo di giocare troppo difensivista, sfruttando spesso e volentieri i lanci lunghi a tagliare la metà campo o attendendo l’avversario. Ma se andiamo a vedere il gioco, in fase offensiva e non, del suo Tottenham in Premier notiamo dei particolari interessanti:

Dei 21 gol fatti dal Tottenham in questa stagione, 15 sono arrivati da azione manovrata, mentre sono solo 2 quelli fatti da contropiede e 4 da palla piazzata. Ancora più interessante è il numero dei gol subiti: infatti tra questi 9, più della metà sono arrivati da palla ferma (6), mentre solamente due da azioni manovrate dagli avversari, con un solo autogol a completare il conto. Questi numeri ci dimostrano come il Tottenham vinca le partite tendendo il pallino del gioco attuando una soddisfacente fase offensiva e attenta fase difensiva, ad eccezione nelle palle ferme.

Costruzione di gioco

La costruzione di gioco del Tottenham di Mourinho si concentra principalmente sulle fasce (72%) ripiegando raramente su giocate centrali (28%). Inoltre, i maggiori pericoli vengono creati dentro l’area (68%) piuttosto che fuori (32%), sintomo di una squadra che riesce il più delle volte a forare il muro difensivo avversario e crearsi maggiori opportunità. Ultima cosa, ma non meno importante, è il maggiore utilizzo di fraseggi corti (87%) rispetto a lanci lunghi (13%), dimostrazione di come la squadra preferisca giocare la palla anche in maniera esasperante piuttosto che tentare una soluzione più rapida.

Possesso palla

“Possono portare a casa la palla, io mi prendo i 3 punti”

Questo è quanto detto da uno stizzito Mourinho nel post partita di Tottenham-Manchester City (2-0), in risposta ai giornalisti che gli avevano chiesto cosa ne pensasse dell’80% di possesso palla avuto dalla squadra di Guardiola, mettendo per l’ennesima volta a tacere chi continua a criticarlo. Quella del possesso palla infatti, è una statistica dove il Tottenham di certo non spicca rispetto alle altre big di Premier League, trovandosi solamente 9°per percentuale di possesso palla (53,3%), peggio addirittura del Fulham penultimo in classifica (54,7%). Anche in questo caso però va data una lettura positiva, se si considera che il possesso palla è, se sterile, una statistica fine a sé stessa. Possiamo quindi tirare fuori l’ennesima caratteristica fondamentale di questo Tottenham, cioè il cinismo, cosa che ogni squadra, a prescindere dal modo di giocare, deve avere. Che piaccia o meno agli amanti del “calcio champagne

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Antonino Nicolò

Sommario
"NESSUNO GIOCA MEGLIO DEL TOTTENHAM": Ha ragione Mourinho?
Titolo
"NESSUNO GIOCA MEGLIO DEL TOTTENHAM": Ha ragione Mourinho?
Descrizione
Il Tottenham di Mourinho è attualmente prima in Premier League. Tutto ciò di vero che viene detto dal mister portoghese nelle sue folkloristiche conferenze.
Autore
Antonino Nicolò

Scritto da Antonino Nicolò

22 anni, appassionato di scrittura e amante della storia del calcio e delle statistiche che lo riguardano.