in

Nadal, parla il fisioterapista: “Obiettivo? Giocare Wimbledon”

Angel Ruiz-Cotorro svela le tappe del recupero

nadal share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @rafaelnadal

Ángel Ruiz-Cotorro è uno degli uomini più sotto osservazione nel mondo del tennis. Dalle sue mani e dai suoi trattamenti passerà infatti il prosieguo della carriera di Rafael Nadal: “Mi sembra una cosa spettacolare il trionfo al Roland Garros. Sarebbe un miracolo per qualsiasi persona normale, però lui è capace di riuscirci perché è davvero una persona diversa. Già non è normale che ti anestetizzino l piede perché tu non senta dolore e possa improvvisamente giocare”.

Il fisioterapista del fresco vincitore del Roland Garros ha fatto capire cosa è arrivato a fare l’atleta spagnolo pur di riuscire a trionfare: “Il punto è accettare la situazione e isolarsi da questa sensazione per darti l’oppportunità di giocare diverse partite in queste condizioni, olttretutto di fronte ad avversari di altissimo livello. Arrivando poi dal problema al costato che gli aveva impedito di allenarsi adeguatamente e con il ritmo partita che voleva. Queste cose le può fare solamente Rafa”.

Le tappe verso il recupero di Nadal

Tra l’altro Ruiz-Cotorro conosce Rafa dal 2005, quando ci fu una lesione che lo ha costretto a giocare sempre sulla soglia del dolore: “Da allora abbiamo sempre cercato nuovi rimedi, a volte la situazione si è complicata più del previsto, soprattutto con la pandemia. Questa lesione non reagisce bene con il riposo, perché si adatta, perciò quando Rafa ha voluto riprendere gli faceva male. Allora abbiamo cercato un trattamento che durasse per un anno, ma dopo tutto è tornato a peggiorare”.

Ma cosa riserva il futuro a breve termine a Nadal? Il fisioterapista risponde con un sogno: “Vedremo quali saranno le condizioni fisiche di Rafa nelle prossime ore. Sicuramente i prossimi due-tre giorni saranno quelli decisivi, perchè solo allora potremo vedere quali effetti avrà sortito il trattamento. L’obiettivo è che questo dolore non sia persistente e che Rafa possa giocare a Wimbledon. Entro quattro giorno proveremo a rimetterlo in campo, da allora in poi vedremo come si evolverà l’infortunio”.

Chissà se vedremo Rafa sul campo in erba più prestigioso al mondo.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @rafaelnadal