in

Musetti mastica amaro: “Ho dato tutto me stesso”

L’azzurro perde in rimonta da Tsitsipas

musetti share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @lore_musetti

Lorenzo Musetti esce con l’amaro in bocca dal secondo evento Slam della stagione. Anche perchè comandava la sua partita per due set a zero: “Sembrava di rivivere le stesse sensazioni dello scorso anno . Ma Stefanos ha tirato fuori il meglio, posso solo recriminare poco. C’è da prendere le cose positive: come mi sono espresso, come ho giocato per cinque set. Fino alla fine ho dato tutto me stesso. Sono dispiaciuto, ma in parte contento della mia prestazione”.

Alla fine, però, è stato il greco Stefanos Tsitsipas ad avere la meglio e ad accedere al prossimo turno. Il tennista di Carrara cerca spiegazioni nella sconfitta in rimonta: “Credo che Stefanos abbia vinto perché è stato più forte nei momenti giusti, più solido più continuo dal terzo in poi, io ho avuto le mie chances. Sicuramente c’è da fargli i complimenti e guardare avanti. Certo non ho preparato al meglio questo Roland Garros per via dell’infortunio ma ho fatto comunque una buona prestazione”.

Musetti pensa positivo

Ancora una volta il Roland Garros e ancora una volta al primo turno contro un big. In principio fu Novak Djokovic a dare un grande dolore a Musetti: “Forse il primo set non sono partito alla grande ma poi lui è diventato più falloso perché ho cercato di essere aggressivo sin da subito, magari con troppa fretta. Il secondo set credo sia uno dei miei migliori di quest’anno contro un giocatore che su questa superficie è uno dei più forti nonché papabili candidati per il titolo. È andata così, speriamo la prossima volta di spuntarla”.

Il tennista toscano, però, non si butta giù. Ha fatto una grande preparazione per giocare bene sui campi veloci grazie al suo coach Simone Tartarini. E presto si vedranno i risultati: “Sono convinto nel futuro di poter giocare bene sul veloce; infatti ad inizio anno abbiamo fatto l’investimento di non partecipare alla trasferta sudamericana investendo invece – con anche dei buoni risultati – a Rotterdam. Mi è servito e mi aiuterà in futuro a migliorare sul veloce che è la superficie dove giochiamo di più”.

Noi confidiamo in quello che è ormai per tutti L’Illusionista di Carrara.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @lore_musetti

blog hibet