in

Mourinho ci crede ancora: “Vincere è un obbligo morale”

Il tecnico della Roma sorride dopo il successo di misura ai danni dell’Hjk Helsinki

mourinho share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @josemourinho

José Mourinho porta a casa una vittoria dal peso specifico non indifferente per i suoi: “Non mi sono divertito ma sono soddisfatto. Sapevamo il risultato del Ludogorets e che ogni nostro risultato avrebbe lasciato tutto aperto in vista della prossima settimana, ma non volevamo regalare nulla. Abbiamo fatto una buona partita in diverse fasi, Volpato ha giocato la sua prima gara da titolare e poi c’è stato spazio per Faticanti con la sua amata Roma”.

Il tecnico della Roma, subito dopo aver avuto la meglio per 2-1 sui finlandesu dell’HJK Helsinki, ha dato alcune spiegazioni. Come quella in merito alla gestione di Roger Ibanez, la cui assenza dalla formazione titolare non poteva non dare nell’occhio: “C’è sempre una sorpresa nel giorno delle partite, è rimasto in albergo perché malato. Giovedì giocheremo in casa, ci aspettiamo un aiuto dell’Olimpico: abbiamo bisogno di vincere”.

Mourinho verso lo scontro decisivo

Ai microfoni di Sky Sport Mourinho ha fatto capire che la gara di giovedì prossimo contro il Ludogorets sarà decisiva, visto il ko dell’andata: “Con la sconfitta contro il Ludogorets, ci siamo messi in una situazione di pressione. Oggi il Betis ha vinto, ma c’era un obbligo morale di vincere anche per noi per la gente arrivata da Roma e che magari punta a risparmiare tanti soldi per viaggiare al nostro fianco. Adesso cercheremo di riposare prima di pensare al prossimo impegno”.

Si chiude parlando della bella gioventù giallorossa. In particolare l’ottima prova di Zalewski e Volpato: “La loro giovane età fa bene anche a me. Durante la mia carriera, ho allenato delle squadre in cui era difficile far giocare i giovani visti i tanti campioni in rosa, ma è un piacere far crescere questi ragazzi. Cherubini era felicissimo di stare in panchina e arriverà la sua opportunità, così come ci sarà spazio per Cassano e per Tahirovic. Penso che a Trigoria faccia piacere a tutti vederli qui. L’importante è che non perdano la testa: sono importanti anche le famiglie”.

Lo Special One si prepara a un nuovo passo fondamentale.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @josemourinho