in ,

Dramma per Cristiano Ronaldo: morto uno dei gemelli

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez hanno perso il figlio durante il parto
Fonte immagine: *Profilo Instagram georginagio / Profilo Instagram cristiano e georginagio

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez hanno perso il figlio durante il parto ed è inutile dire che non ci sono parole. Non c’è ricchezza, non c’è fama, non c’è nulla che possa lenire un dolore del genere. Ovviamente esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alla coppia. La vita regala gioie e dolori e sarebbe facile dire che per il fenomeno portoghese sono state più le gioie dei dolori.

Una volta, però, Seneca chiese ai suoi studenti quale fosse il più grande dolore per un essere umano. Chi disse la morte di un genitore, chi, appunto, di un figlio, chi la convivenza con la malattia, chi la povertà. Lui disse semplicemente che il più grande dolore è il proprio. E, allora, chi sa davvero quanto quelli che ci appaiono felici lo siano davvero. Ma non solo i calciatori strapagati, magari il collega d’ufficio, o di redazione, che ha fatto più carriera, o quello che in discoteca ha successo con le donne.

Cristiano ha un figlio, bello, in salute, e, pare, molto bravo a giocare a calcio. E’ ancora giovane, si sa che assomiglia al babbo, esteticamente e a giocare a pallone ( in entrambi i casi non ha beccato malissimo…). Si sa pure che il padre gli rompe le scatole perché mangia robaccia da fast food, come i coetanei, invece che alimentarsi come il papà. Della mamma si sa pochissimo, la voce è che sia una ventenne (allora) inglese rimasta in dolce attesa dopo una sola notte di passione e che lui le abbia proposto 12 milioni di euro, quando giocava nel Real Madrid, per levarsi di torno.

Non saranno sterline, ma pazienza… Insomma, Cristiano fa il ragazzo padre e il figlio fa gol ed esulta come lui. Diventerà bravo come lui? Difficilissimo. Innanzitutto perché Ronaldo senior è uno dei dieci, forse cinque, calciatori più forti della storia. Poi perché il peso del nome sarà notevolissimo. Potessi dare un consiglio al bimbo? Gioca a calcio, divertiti, di che ti chiami Garcia Ignacio Barroso (detto U Carcamagno) continua a mangiare la Nutella e lascia le verdure a quel rompiscatole di tuo babbo. E se finisci in B, invece che in Champions, goditi la vita. Perché il rischio è quello di passare i pomeriggi sul lettino di uno psicologo a parlare di quanto sia dura essere il “figlio di…”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.