in

Il golf riparte dall’Inghilterra: prima gara del Tour sarà il British Masters a fine luglio. No del nostro Chicco Molinari alla stagione americana

Fonte immagine:* Flickr

Potrebbe essere l’Inghilterra a far ripartire il golf professionistico in Europa, nonostante la stagione sia già di fatto stravolta, un vero caos.

Intanto il nostro uomo di punta, Francesco Molinari, ha annunciato di non prendere parte alle gare del PGA Tour (Stati Uniti) per problemi legati alla quarantena obbligatoria da seguire sia all’arrivo sia al rientro nel vecchio continente.

Potrebbe dunque essere uno dei protagonisti del British Masters, in programma dal 30 luglio al 2 agosto a Newcastle.

L’idea dello European Tour è creare una serie di gare proprio in Inghilterra che siano su misura per i giocatori, grazie a strutture alberghiere adiacenti ai percorsi in grado di ospitare in tutta sicurezza i golfisti e gli addetti ai lavori.

Tutte avranno il montepremi di un milione e dovrebbero giocarsi, nell’ordine, a Birmingham (6/9 agosto), nella contea dell’Hertfordshire e infine al prestigioso Celtic Manor in Galles, già sede della Ryder Cup del 2010.

Sono molti i giocatori europei che, come il nostro Molinari, hanno deciso di non volare negli Stati Uniti, quindi sarà possibile quest’estate assistere a un golf di altissimo livello anche in Europa.

In America si proverà a partire con la stagione già l’11 giugno con il Charles Schwab Challenge in Texas.

Marco Carli

Fonte immagine:* Flickr

Marco Carli

Scritto da Marco Carli

35 anni, toscano, laureato in Media & Giornalismo. Scrivo di poker dal 2013 ed ho collaborato diversi anni con ItaliaPokerClub. Appassionato di tutti gli sport ma soprattutto di Golf!