in

Moise Kean è il bomber del futuro?

Basaksehir_Moise_Kean_Champions_League
Fonte immagine: Facebook

Due gol alla prima presenza da titolare in campionato contro il Digione. Altri due gol alla prima da titolare in Champions League, tanto è bastato per stendere a domicilio i turchi del Basaksehir in una gara dalla forte connotazione extra-calcistica, viste le recenti dispute a base satirica tra la Francia e il governo turco. Ma nel frattempo a prendersi la scena è stato proprio l’autore di questi quattro gol, ovvero Moise Kean.

Il bomber italiano sta cercando di rilanciarsi a tutti i costi. Quella scorsa, per lui, è stata una stagione difficile. Sia sul piano dei club, con la Juventus che lo ha gentilmente scaricato per fare plusvalenze e l’Everton che non ha sfruttato la sua energia e il suo talento nel migliore dei modi. Ma anche in Nazionale, con Roberto Mancini che ha continuato a convocarlo ma non lo ha schierato con continuità.

L’anno del rilancio

Tanto che ha fatto il giusto rumore il suo trasferimento al Paris Saint Germain. Dopo un’annata così cupa è suonato strano l’interessamento di una delle big del calcio europeo. Un interessamento tramutatosi in trasferimento a titolo definitivo, ma soprattutto una chance che Kean non vuole lasciarsi scappare. Non sarà facile mantenere questa regolarità, considerando la “rivalità” con Icardi. Ma la partenza è senza dubbio ottima.

E poi c’è il recente infortunio di Neymar che potrebbe aprire ulteriori spazi a Moise, utilizzabile anche da seconda punta oppure più largo in un tridente. Questa stagione, dunque, potrebbe dare all’improvviso la chance per una svolta. Kean vuole prendersi l’azzurro in quello che sarà per lui sia anno olimpico – ammesso che l’Italia si qualifichi nel torneo di calcio – che quello di Euro 2021. Ce la farà, il buon Moise?

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Facebook

Francesco Cammuca